Attualità
Il caso

Il comitato "Orio che Vorrei": «La sosta selvaggia non è solo a Oriocenter»

L’associazione di cittadini denuncia la stessa situazione nel centro abitato, invitando a segnalare i comportamenti scorretti alla Polizia locale e ritorna sulla proposta di un parcheggio per veicoli commerciali, per evitare disagi in centro

Il comitato "Orio che Vorrei": «La sosta selvaggia non è solo a Oriocenter»
Attualità 20 Luglio 2022 ore 13:38

Il comitato di cittadini “Orio che Vorrei”, dopo l’articolo sulla sosta selvaggia nel parcheggio del centro commerciale, è intervenuto oggi (mercoledì 20 luglio) con una lettera inviata al nostro giornale per segnalare che il problema, in realtà, esiste anche nel centro abitato:

«Si vuol sottolineare e ricordare ancora una volta che Orio non è soltanto Oriocenter o Aeroporto, ma ha anche un centro abitato dove, nonostante la segnaletica, anche qui vengono abbandonate auto da utenti aeroportuali e non solo. Insistono con sempre più frequenza problemi di parcheggio e ci sono utenti che il Codice della Strada pensano sia un libro a fumetti, il rispetto per gli altri sia un'opzione facoltativa e che valga quindi la legge del più forte».

L’invito del comitato è quindi ad intervenire anche sugli episodi che interessano la zona frequentata dagli abitanti,

«perché se si lascia una o più auto nel parcheggio dell'Oriocenter, si crea un danno economico ai gestori dei parcheggi. Se invece ci si ritrova in paese, a dover litigare tra persone per parcheggi scorretti, qui il problema diventa di sicurezza, di gestione dell'ordine pubblico e di incolumità delle persone e – aggiungono nella lettera - non mancano precedenti con gravi episodi di violenza, ancora al vaglio della magistratura».

Dall’associazione è arrivato anche l’appello, dato il notevole impegno richiesto agli agenti nel monitorare una vasta area, a provvedere nell’assunzione di nuovi elementi:

«La Polizia locale è impegnata nella gestione e nel controllo di un territorio che comprende l'area aeroportuale, il centro commerciale e parte consistente della zona industriale-artigianale: forse sarebbe da prevedere un adeguato intervento di rinforzo numerico».

Non è mancata inoltre l’esortazione a tutti i cittadini di aiutare le forze dell’ordine a far rispettare la legge, chiamando qualora ci fossero soggetti che portano avanti comportamenti scorretti:

«Si torni ad agire in correttezza ed in rispetto delle regole del vivere comune segnalando alla Polizia Locale, senza timore, ogni scorrettezza che possa ledere il diritto del buon vivere civile di ognuno di noi».

Orio che Vorrei è poi tornato sulla questione del parcheggio da realizzare per i veicoli commerciali, vicino al centro del paese, per permettere a chi transita nel comune bergamasco di lasciare lì il proprio mezzo, senza occupare posti ai residenti ed evitando la sosta in luoghi dove si causano problemi al traffico e alle persone:

«Siamo inoltre in attesa che si voglia valutare la nostra proposta di adibire un'area parcheggio, in zona non lontana dal centro, dedicata esclusivamente a veicoli commerciali, furgoni ed autocarri. Così non intaseranno la parte centrale del paese, consentendo un minimo respiro agli abitanti della zona».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter