Attualità
Il video

Il Galgario di Bergamo fra i luoghi chiave della campagna informativa sull'8xmille della Chiesa

Sette storie di speranza e coraggio: al centro della nuova campagna informativa della Cei c'è anche il dormitorio della città

Attualità Bergamo, 16 Maggio 2022 ore 18:52

La nuova campagna informativa 8xmille della Conferenza Episcopale Italiana (Cei) fa tappa a Bergamo per illustrare la realtà del dormitorio Galgario, ex convento del '200 dove uomini senza fissa dimora trovano ospitalità, conforto e ascolto. La campagna, in onda dall'8 maggio, racconta sette storie di speranza e di coraggio e di come la Chiesa cattolica – grazie alle firme dei contribuenti – riesca a offrire aiuto e sostegno ai più fragili con il supporto di centinaia di volontari, sacerdoti, religiosi e religiose.

«Ringrazio di cuore l’8xmille perché è entrato dentro ai nostri progetti rendendoli possibili – spiega don Roberto Trussardi, direttore della Caritas Diocesana di Bergamo –. In più occasioni e in svariate situazioni di fatica e di povertà c’è stato e, mi auguro, che ci sarà anche in futuro. Grazie anche a questo sostegno i nostri volontari svolgono un lavoro prezioso relazionale in sinergia con gli operatori e, durante la notte, si recano, con le Unità di Strada operanti sul territorio, nei quartieri più poveri della città per sottrarre i nostri fratelli in difficoltà da una notte al gelo. Proprio per far fronte a tante storie di disagio ho modificato lo stile d’accoglienza passando da uno a tre mesi».

Realizzato dalla Caritas Diocesana di Bergamo, grazie a un contributo dal 2019 di 510 mila euro circa ottanta persone vi trovano riparo ogni notte d'inverno e sessantadue d'estate, suddivise in stanze da massimo cinque letti. Dieci posti sono sempre liberi, per offrire tre notti in emergenza a chi ne ha bisogno. Nel 2021 sono stati accolti 2.120 mila uomini per un totale di 26.904 mila notti.

«Accogliere gli ultimi – prosegue don Roberto – è la nostra missione. È un lavoro complesso che realizziamo grazie al team di operatori e volontari (quindici e venticinque quelli presenti, ndr) della Caritas che si prendono cura dei nostri ospiti. Questi vengono inseriti in un percorso di assistenza tramite una prima segnalazione del Centro di ascolto di Caritas Bergamasca e dello Sportello Prossimità del Comune di Bergamo».

Con Ambito Territoriale di Bergamo e Comune si lavora per incrementare posti letto e servizi

Il dormitorio è integrato anche da altri servizi: ci sono un ambulatorio di presidio sanitario gestito dalla Croce Rossa Italiana, che visita e fa tamponi agli ospiti due sere alla settimana, un magazzino per custodire effetti personali e vestiti, e l'armadio condiviso, che distribuisce scarpe e indumenti in kit imbustati che possono essere lavati e asciugati al centro diurno Punto Sosta, definito “l'oratorio dei senza fissa dimora” e dedicato alle persone in situazione di grave marginalità di Bergamo.

Ristrutturato nel 2018, il dormitorio sarà a breve ampliato. Insieme all'Ambito Territoriale di Bergamo e al Comune di Bergamo, infatti, si lavora per dare vita a una progettualità integrata che prevede un aumento dei posti letto, l'aggiunta di uno sportello di informazione, orientamento al servizio sociale professionale o ai servizi specialistici e presa in carico, uno sportello di consulenza legale e di previdenza sociale, l'orientamento al lavoro, la banca del tempo e un servizio di mediazione linguistico-culturale con corsi di lingua italiana per stranieri.

Disponibile sia sul sito 8xmille.it che nel relativo canale YouTube il video relativo al dormitorio Galgario che racconta, attraverso la testimonianza del direttore Caritas, degli operatori e degli ospiti, un’opera che offre un sostegno tangibile nel segno della solidarietà e dell’aiuto reciproco.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter