Attualità
lavori in corso

Manutenzione dei vialetti: il parco della Trucca chiude al pubblico dall'1 al 15 novembre

Tre i lotti di lavori, che inizieranno già da lunedì 25 ottobre. L'intervento servirà a eliminare i problemi di ristagno e gli avvallamenti presenti nei sentieri

Manutenzione dei vialetti: il parco della Trucca chiude al pubblico dall'1 al 15 novembre
Attualità Bergamo, 22 Ottobre 2021 ore 11:25

Per le prime due settimane di novembre il parco della Trucca chiuderà al pubblico, in modo tale che possano essere rimessi a nuovo i vialetti che l’attraversano. I lavori nell’area verde a ridosso dell’ospedale di Bergamo però inizieranno già da lunedì prossimo (25 ottobre).

L’intervento di manutenzione si articolerà in tre diversi lotti, ognuno dei quali comporterà, appunto, la chiusura parziale o totale del parco della Trucca. Nello specifico, dal 25 al 30 ottobre verrà chiuso l’accesso al parco dal parcheggio lungo la strada per consentire l’ingresso dei mezzi del cantiere, lo stoccaggio di attrezzature e materiali e per allacciare l'impianto di betonaggio alla rete idrica.

Fino al 15 novembre, poi, il parco verrà chiuso completamente: l’impianto di betonaggio preleverà il materiale che compone i sentieri e lo impasterà con prodotti che lo stabilizzeranno. Il prodotto finale verrà steso nuovamente sul terreno.

Il 16 novembre l’area verde verrà riaperta ai frequentatori ma solo parzialmente; si potrà accedere solo dal parcheggio lungo la strada e il settore a Nord, così come l’ingresso su via Failoni resteranno chiusi.

«I lavori interessano un’area molto frequentata, dove i vialetti presentano problemi legati a ristagni e avvallamenti – spiega l’assessore al verde pubblico Marzia Marchesi -. Il recupero della pavimentazione esistente e il suo “riciclo” in una versione più funzionale al contesto rappresentano soluzioni con un’interessante valenza ecologica. La chiusura totale del parco nelle due settimane centrali dei lavori è necessaria non soltanto per le lavorazioni, ma soprattutto per garantire la sicurezza dei cittadini».

I tempi indicati sono comunque indicativi. Potrebbero infatti subire variazioni in funzione delle condizioni metereologiche che, se avverse, comprometterebbero la capacità aggregante della mescola e, di conseguenza, la tenuta della pavimentazione.