Attualità
l'incontro a Seriate

Progetto "I like": scuola e associazioni unite per l'orientamento dei giovani nella comunità

Il progetto è stato presentato oggi (5 maggio) in occasione della visita dell’assessore regionale Stefano Bolognini

Progetto "I like": scuola e associazioni unite per l'orientamento dei giovani nella comunità
Attualità Seriate, 05 Maggio 2022 ore 15:55

Come articolare i percorsi di orientamento affinché i giovani accrescano le proprie capacità scolastiche e relazionali e si avvicinino al mondo del lavoro? Se ne è discusso questa mattina (5 maggio) nell’auditorium della biblioteca di Seriate, in occasione della visita dell’assessore regionale Stefano Bolognini (Sviluppo città metropolitana, Giovani e Comunicazione) per l’inaugurazione di due nuovi sportelli Informa Orienta a Bagnatica e a Pedrengo.

Queste aperture rientrano tra le azioni del progetto distrettuale “I like”, rivolto a chi ha dai 15 ai 34 anni. Finanziato da Regione Lombardia, a seguito del bando “La Lombardia è dei giovani 2021”, è promosso dall’Ambito territoriale di Seriate e coinvolge i Comuni di Seriate, Pedrengo, Bagnatica, le cooperative sociali L’Impronta e Il Piccolo Principe, il Gruppo giovani di Bagnatica e l’Istituto superiore Ettore Majorana. Obiettivo del progetto è promuovere l’attivismo giovanile sul territorio, rispondendo ai bisogni dei ragazzi potenziando da un lato il servizio dello sportello Informa Orienta e, dall’altro, mappando l’offerta dei servizi a loro rivolti per progettare risposte condivise a livello sovra-comunale.

3 foto Sfoglia la gallery

«Le politiche giovanili sono da sempre un’area d’intervento su cui l’Ambito di Seriate ha investito – ha sottolineato Gabriele Cortesi, presidente dell’Assemblea dei sindaci -. Partendo da questo presupposto, il progetto distrettuale “I like” punta a rafforzare le realtà esistenti, quali gli sportelli Informa Giovani, connettendole a scuole, associazioni e gruppi giovanili. Con lo sportello Informa Orienta di Seriate, attivo da anni in biblioteca, verranno condivisi bisogni, aspettative e costruiti percorsi ad hoc condotti anche da esperti. Lo sportello di Seriate verrà potenziato diventando un punto di riferimento anche per i giovani degli altri Comuni che necessitano di percorsi di accompagnamento dedicati. L’apertura dei due nuovi Informa Orienta a Bagnatica e Pedrengo consentirà di raggiungere un bacino più ampio di utenti. “I Like” si integra con il finanziamento di Fondazione Comunità Bergamasca del progetto “Agenda futuro: dalle parole ai patti”, che prevede la realizzazione di una ricerca per coinvolgere le comunità nella costruzione di una mappa dei bisogni giovanili».

All’incontro hanno partecipato anche i sindaci Cristian Vezzoli (Seriate), Simona D’Alba (Pedrengo) e Roberto Scarpellini (Bagnatica), Umberto Grazioli referente del progetto per l’Istituto Majorana e Samuele Cantoni, presidente della Consulta provinciale studenti. «I protagonisti sono i ragazzi e la Lombardia è dei giovani – ha aggiunto Vezzoli -. Questo progetto arricchirà le politiche giovanili di Seriate, Pedrengo e Bagnatica promuovendo azioni che si aggiungono a quelle già promosse sul territorio».

«Voglio fare i complimenti alle amministrazioni comunali e alle associazioni, ma soprattutto ai ragazzi e alle ragazze protagonisti – ha concluso l’assessore Bolognini -. Per Regione Lombardia è importante ascoltare i giovani e mettere a loro disposizione strumenti che creino occasioni di aggregazione e di crescita. Il progetto 'I Like' va proprio in questa direzione. La stragrande maggioranza dei nostri giovani vive la propria quotidianità studiando, lavorando, facendo sport, impegnandosi in opere di volontariato. Fanno tutto ciò con impegno e passione e questo è senza dubbio un valore aggiunto».

Alcuni dati su “I like” e sulle sue azioni

Le attività del progetto, avviate a ottobre, proseguiranno fino al prossimo 31 ottobre e si dividono in macro-aree. Oltre ad ampliare e diversificare le occasioni d’informazione, puntano a costruire percorsi di orientamento personalizzati con gli studenti (ad esempio del Majorana o di altri partner di progetto) riguardo alla scelta universitaria e alla transizione scuola-lavoro, gestiti da operatori della cooperativa L’Impronta in collaborazione con i docenti.

Sinora sono stati coinvolti 350 studenti di tutte le classi prime, per aiutarli ad acquisire una capacità di monitoraggio rispetto all’andamento della propria esperienza scolastica e di elaborazione di strategie per fronteggiare aspetti problematici, incrementati nei 18 mesi dell’emergenza sanitaria. Con riferimento al Majorana, dei circa 1.700 studenti il 15% mostra difficoltà in termini di motivazione allo studio, mentre la percentuale di abbandono scolastico è di circa il 10 % a conclusione delle classi seconde.

Grazie ad “I like” verranno attivati workshop per gli adolescenti, promosse campagne di comunicazione (sono state aperte due pagine Facebook e Instagram a cura dell’agenzia di comunicazione Studiomeme) e mappate le necessità delle giovani generazioni. Il progetto si rivolge all’intera popolazione giovanile dell’Ambito territoriale di Seriate.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter