Attualità
Cieli rosa

Pronto il Piano neve 2021/2022 per la città di Bergamo

Sulla linea di partenza automezzi e attrezzature per tutte le casistiche. In caso di grandi nevicate sospensione della raccolta rifiuti

Pronto il Piano neve 2021/2022 per la città di Bergamo
Attualità Bergamo, 29 Novembre 2021 ore 13:14

Anche quest'anno è pronto il Piano servizio neve, presentato da Aprica in collaborazione con il Comune di Bergamo: il programma è finalizzato ad organizzare l’insieme delle procedure e delle attività da attuare per ovviare ai disagi, oltre che ai rischi, che si possono verificare in caso di nevicate.

Il piano fonda la sua azione sulle previsioni acquisite attraverso il sito ufficiale dell’Arpa di Regione Lombardia, al fine di verificare le previsioni meteo per le successive 24 ore, nonché - da quest’anno - attraverso il rapporto formalizzato da Aprica con un primario centro meteorologico che offre una serie di servizi quali i dati previsionali, la consulenza su evoluzione delle condizioni a breve e medio termine, una piattaforma per la gestione delle allerte e, nei casi più critici, con una consulenza di un esperto h24.

Per l’effettuazione degli interventi di rimozione, è stata predisposta una struttura operativa di pronto intervento, la cui reperibilità è anch'essa garantita h24 e il cui nucleo base è composto da 18 unità specializzate in diverse mansioni; a questa si aggiungono società esterne di supporto, munite di relativi mezzi operativi ed attrezzature (mezzi dotati di spargisale e lama spartineve), nonché la disponibilità di un nucleo di personale esterno, munito di pale manuali che libererà le aree pubbliche sensibili.

Mezzi a disposizione

All'inizio ci sarà sempre l’impiego di 21 automezzi spargisale sulle direttrici e 10 automezzi con vasca per spargimento dello stesso per i marciapiedi e passaggi pedonali, in corrispondenza dei luoghi pubblici, pensiline Atb e davanti alle scuole. Dopodiché, a seconda delle casistiche rispetto alla quantità di neve caduta, varierà il numero di mezzi e personale impiegato: si va dalla "neve leggera" (massimo 5 centimetri) a quella che crea più disagi (superiore ai 15 centimetri) e in totale per i casi più "gravi" si avrà a disposizione un parco di 21 mezzi sgombraneve e spargisale, 4 minipale, 18 automezzi sgombraneve e spargisale, 25 veicoli con vasca per spargimento dello stesso, 15 carrelli manuali con la stessa funzione, 4 spazzole motorizzate e 4 frese cingolate, oltre che autocarri pesanti e leggeri per la rimozione dei cumuli.

I mezzi e le risorse rese disponibili per l’effettuazione degli interventi sono dislocate sul territorio in 12 zone cittadine o limitrofe: ciò costituisce fattore determinante per la tempestività e l'efficacia degli interventi, mentre coordinamento e gestione saranno ad opera del Centro Operativo Principale (Cop) nella sede Aprica di via Moroni.

Nell'ipotesi che il fenomeno atmosferico dovesse persistere per diverse ore, arrivando a superare i 30 centimetri caduti, si provvederà a sospendere il servizio di raccolta rifiuti e tutto il personale si dedicherà alla rimozione della neve sulla viabilità e nei luoghi pubblici.

Obblighi dei cittadini

Come da Regolamento comunale, all’articolo 54, Aprica e l'Amministrazione comunale ricordano che gli abitanti di ogni edificio fronteggiante la pubblica via dovranno spalare i marciapiedi per l’intera loro larghezza, la cunetta stradale per una larghezza di 20 centimetri e caditoie o tombini per agevolare il deflusso delle acque derivanti dallo scioglimento. In aggiunta, si dovranno sgomberare i passaggi pedonali e gli incroci stradali su tutto il perimetro dello stabile occupato, creando cumuli dove non si arrecherà disturbo alla circolazione. Nel caso di strade sprovviste di marciapiede, l’obbligo si riferisce al suolo stradale per la larghezza di un metro dal lato.