Attualità
l'ordine del giorno

Riqualificazione Curva Sud, sì alla Lista Gori: i parcheggi sul piazzale resteranno gratuiti

Approvata all'unanimità. Ok anche alla previsione di abbonamenti a prezzi calmierati nel futuro parcheggio sotterraneo

Riqualificazione Curva Sud, sì alla Lista Gori: i parcheggi sul piazzale resteranno gratuiti
Attualità Bergamo, 12 Ottobre 2021 ore 13:37

Gratuità dei parcheggi in superficie e abbonamenti a prezzi calmierati per il futuro parcheggio sotterraneo. Erano le richieste che i consiglieri della lista Gori chiedevano di tenere da conto nel momento in cui verrà allestito il cantiere per la riqualificazione della Curva Sud.

Osservazioni che sono state approvate ieri (lunedì 11 ottobre) all’unanimità in Consiglio comunale. «Ci siamo fatti portavoce delle richieste dei cittadini e degli abitanti di Borgo Santa Caterina e Conca Fiorita – scrivono oggi in un post su Facebook -. Ringraziamo gli assessori Francesco Valesini e Stefano Zenoni e, più in generale, tutta la Giunta comunale per gli sforzi che stanno facendo per trovare il più corretto e condiviso equilibrio negli obiettivi dei lavori allo stadio. Grazie anche a tutti i colleghi di maggioranza e opposizione per la collaborazione».

La prima richiesta avanzata dai residenti era quella che non venisse meno la possibilità di posteggiare gratuitamente nelle vicinanze del Gewiss Stadium e nel piazzale antistante la Curva Sud, aree di fatto di interscambio che vengono utilizzate da lavoratori, residenti, studenti universitari e commercianti.

I quartieri di Conca Fiorita e di Borgo Santa Caterina sono anche molto densamente popolati e, per questa ragione, gli abitanti hanno chiesto che «l'Amministrazione si faccia parte attiva nei confronti dell'ente gestore del parcheggio sotterraneo per valutare posti in affitto per periodi medio/lunghi a canone agevolato. I condomini sono parecchi, ma mancano autorimesse e box».

Da ultimo l‘ordine del giorno chiedeva l’installazione di colonnine elettriche a disposizione dell’area che oggi ospita il mercato così che possa essere non solo un parcheggio ma anche uno «spazio fruibile anche per altre attività sociali e culturali per il quartiere».