Attualità
Dati della Provincia

Situazione rifiuti: bene la raccolta differenziata, fondamentale il ruolo dei Comuni

I rifiuti nel 2020 sono diminuiti del -1,82 per cento rispetto a due anni fa: i bergamaschi virtuosi producono meno spazzatura rispetto alla media in Lombardia

Situazione rifiuti: bene la raccolta differenziata, fondamentale il ruolo dei Comuni
Attualità 18 Novembre 2021 ore 12:47

In occasione della Settimana europea per la riduzione dei rifiuti (Serr), che si svolgerà dal 20 al 28 novembre 2021, la Provincia di Bergamo ha reso disponibile oggi (giovedì 18 novembre) il rapporto redatto dall'Osservatorio Rifiuti - Settore Ambiente dei suoi Uffici relativo al 2020.

I numeri sono positivi e incoraggianti, ma l'invito da parte dell'ente, che si è rivolto ai cittadini bergamaschi, è a «fare ancora meglio», con la collaborazione ovviamente dei Comuni che già hanno ottenuto buoni risultati con il loro impegno nella raccolta differenziata e la sostenibilità ambientale.

Raccolta differenziata e produzione pro capite di rifiuti

Per quanto riguarda i dati numerici, diminuiscono i rifiuti urbani prodotti del -1,82 per cento, con le 506.866 tonnellate del 2020 rispetto alle 516.251 tonnellate del 2019.I rifiuti indifferenziati sono diminuiti del -7,20 per cento rispetto al 2019, con 114.414 tonnellate contro123.287 di due anni fa. La produzione pro capite 2020 è stata pari a 461 kg/abitante, in lieve diminuzione rispetto al 2019 (462 kg/abitante), interrompendo la crescita che si registrava dal 2017 e la percentuale di raccolta differenziata si attesta al 77,43 per cento, in crescita rispetto al 2019 (76,12 per cento) e i suoi valori in aumento dal 2005.

Il territorio bergamasco ha risultati migliori rispetto al dato regionale, sia per quanto riguarda la produzione pro capite (461 kg/abitante contro i 469 della Regione) sia per quanto riguarda la raccolta differenziata (77,43 per cento contro il 73,30 per cento regionale).

Il ruolo dei Comuni

I Comuni che hanno raggiunto nel 2020 il 50 per cento di raccolta differenziata (obiettivo che la L. 269/2006 e la L.R. 10/09 avevano fissato per il 2009) sono 231, cui corrisponde una popolazione pari al 99,62 per cento del totale.

Quelli che hanno raggiunto il 60 per cento di raccolta differenziata (fissato dalle stesse leggi per il 2011) sono 209, cui corrisponde una popolazione pari al 98,14 per cento e infine il traguardo del 65 per cento (obiettivo per il 2012) è stato raggiunto da 193 amministrazioni, cui corrisponde una popolazione pari al 96,82 per cento del totale.