Attualità
borgo san leonardo

Valorizzazione del centro: in futuro toccherà a via Broseta (tra piazza Pontida e via S. Antonino)

Dopo la riqualificazione di via Tiraboschi e aver iniziato quella di via Zambonate, il Comune punta a intervenire anche in quest'area

Valorizzazione del centro: in futuro toccherà a via Broseta (tra piazza Pontida e via S. Antonino)
Attualità Bergamo, 13 Gennaio 2022 ore 16:20

Le tappe del percorso tracciato da Palazzo Frizzoni per valorizzare le strade del centro di Bergamo, lungo l’asse che da largo Cinque Vie conduce a Porta Nuova, sono ormai fissate: quest’anno verrà rimessa a nuovo via Zambonate e, in futuro, toccherà anche a via Broseta, nel tratto compreso tra piazza Pontida e via Sant’Antonino.

In particolare, per portare a termine quest’ultimo intervento, la giunta comunale ha stimato di investire 300 mila euro per migliorare le condizioni di quest’area di Bergamo, ricca di negozi, locali e ristoranti.

«Abbiamo già iniziato il lavoro di progettazione – spiega l’assessore ai Lavori pubblici Marco Brembilla -. Soprattutto nel primo tratto di strada è notevole la vivacità commerciale e artigianale e, per questo motivo, ci è sembrato naturale allargare l’area di pregio, nel tentativo di aumentarne l’attrattività, favorire l'aggregazione delle persone e migliorare la sicurezza di via Sant’Antonino, che oggi non ha un marciapiede e nemmeno un attraversamento pedonale. Stiamo anche verificando la situazione patrimoniale degli spazi sotto il portico della chiesa di San Rocco, pensando di includere l’area nel piano di valorizzazione. Qualora l’esito dell’approfondimento fosse favorevole, allargheremo il cantiere anche al di sotto del porticato».

La riqualificazione di via Broseta

Il progetto sarà inviato nelle prossime settimane alla Commissione per il paesaggio del Comune di Bergamo e alla Soprintendenza, per poter ottenere i pareri e le autorizzazioni necessarie per procedere con i lavori.

Ad oggi i piani prevedono la ripavimentazione della carreggiata e dei marciapiedi, garantendo un dislivello minimo di circa 1 centimetro per il corretto drenaggio dell’acqua piovana. Sulla strada, fino a poco dopo l’incrocio con via Sant'Antonino, verranno posizionati cubetti di porfido che avranno lo stesso disegno a pavè di piazza Pontida. I marciapiedi, invece, manterranno la cordonatura in granito e verranno pavimentati con lastre di pietra arenaria, già presente sotto i portici della piazza.

Per proteggere i pedoni ed evitare che gli automobilisti parcheggino in divieto di sosta verranno installati, a intervalli regolari, alcuni dissuasori. In corrispondenza dell’incrocio con via Sant'Antonino, verrà creato un attraversamento pedonale e nel primo tratto della strada sarà anche realizzato un marciapiede, riducendo la corsia a una larghezza adeguata alla percorrenza a senso unico. Completa l’intervento la rimessa in quota di griglie, caditoie e chiusini.