Dubbio Lavarini: Plak o Sylla?

007 Foppa, missione Club Italia Cercasi vittoria e gioco convincente

007 Foppa, missione Club Italia Cercasi vittoria e gioco convincente
27 Novembre 2015 ore 10:05

La battuta d’arresto di domenica scorsa in terra vicentina – inaspettata, ma più che meritata – ha interrotto una serie positiva che vedeva la Foppapedretti al successo da tre gare e, soprattutto, in continua crescita. Le rossoblù invece – forse per eccessiva presunzione, forse per aver avuto troppa sicurezza di portare a casa comunque i tre punti – si sono sciolte come neve al sole dopo essersi aggiudicate un primo set che lasciava pensare a ben altro risultato. Chiaro che uno stop, come quello contro l’Obiettivo Rinascimento, non è imputabile a una precaria condizione fisica: ormai siamo a fine novembre e quasi tutte le atlete hanno raggiunto un livello di forma più che buono. A Vicenza la squadra è scivolata mancando una prima importante opportunità d’avvicinamento ai primi quattro posti, e ora non dovrà assolutamente essere diabolica nel perseverare, andando in cerca di un immediato riscatto in casa del Club Italia.

8 foto Sfoglia la gallery

Ostacolo valicabile. L’avversario di domani è inedito. Salvo un paio di amichevoli o allenamenti congiunti – in cui la Foppa ha sempre prevalso -, i due team non si sono mai affrontati con i tre punti palio. Il Club Italia, guidato dal duo Lucchi-Bonitta, occupa la penultima posizione in classifica con quattro punti ma, per quanto possa essere considerato un ostacolo valicabile, sarà necessario non sedersi sugli allori: in primis perchè le azzurrine sono reduci dalla prima affermazione stagionale in quel di Bolzano (3-0) e in seconda istanza perchè le qualità non mancano. Va infatti ricordato che alcune atlete, nonostante la giovanissima età – tutte le ragazze sono nate dal 1996 al 1998, con le sole eccezioni dei liberi Spirito e Minervini (classe 1994) -, hanno già collezionato qualche presenza con la nazionale maggiore. Le palleggiatrici Ofelia Malinov – nata a Bergamo e figlia di Atanas, allenatore della Foppapedretti dal 1995 al 1997 – e Alessia Orro sono considerate tue talenti dal futuro già scritto, così come la schiacciatrice Paola Egonu che, già in estate, era stata accostata ad importanti club della massima serie. La coppia Lucchi-Bonitta dovrebbe comunque scegliere la linea della continuità e proporre la medesima formazione di Bolzano con la diagonale Orro-Zanette, Egonu e Guerra attaccanti di posto quattro, Danesi e Berti al centro e Spirito libero.

Lavarini forse cambierà qualcosa. Per ritrovare la strada del sorriso e della vittoria, la Foppa dovrà tornare ad essere quella vista contro Scandicci, Firenze e Busto Arsizio e anche nel primo set di Vicenza. Le rossoblù dovranno imporre il proprio gioco, limitare al minimo il numero di errori, soprattutto al servizio e, ovviamente, tornare a ricevere con buone percentuali. Il consueto test infrasettimanale, disputato mercoledì al Pala Iper di Monza contro la Saugella, ha dimostrato che il ko in terra veneta è stato solamente incidente di percorso che, ogni tanto, può capitare. Paggi e compagne sono uscite vincitrici 4-0 contro la seconda forza del campionato di A2 e sembra abbiano già dimenticato la poco brillante prestazione di domenica scorsa che, come è lecito che sia, potrebbe comunque aver messo qualche dubbio a Lavarini: forse, all’inizio, Sylla potrebbe giocare al posto di Plak. Per il resto lo schieramento di partenza è fatto: Lo Bianco in palleggio, Barun opposta, Paggi e Aelbrecht al centro, Gennari schiacciatrice e Cardullo libero.

 

Così in campo (Busto Arsizio, domani ore 18, diretta streaming su www.lvftv.it)

Club Italia: Orro, Zanette, Egonu, Guerra, Berti, Danesi, Spirito (L). All.: Lucchi. A disposizione: Malinov, Bonvicini, D’Odorico, Piani, Botezat, Berti, Minervini.

Foppapedretti Bergamo: Lo Bianco, Barun, Paggi, Aelbrecht, Gennari, Plak, Cardullo (L). All.: Lavarini. A disposizione: Mori, Frigo, Sylla, Mambelli.

Arbitri: Marco Braico e Roberto Pozzi

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia