Le partite del settore giovanile

Dalla Primavera all’U15 femminile Un gran bel weekend per il vivaio

Dalla Primavera all’U15 femminile Un gran bel weekend per il vivaio
10 Dicembre 2019 ore 09:13

Il fine settimana da incorniciare del settore giovanile è appena terminato e ha portato una ventata di ottimismo nell’universo Atalanta. Dalla prima squadra corsara nel finale di partita al Gewiss Stadium all’Under 15 tornata finalmente alla vittoria con una super prestazione, c’è stato spazio per emozionarsi e gioire con i colori nerazzurri negli occhi.

 

[Brambilla nella sfida di Youth League contro il City. Foto atalanta.it]

 

Inarrestabile e implacabile la corsa della Primavera in campionato, arrivata a undici risultati utili consecutivi di cui dieci vittorie. Impossibile immaginare ad agosto uno scenario del genere, una partenza a vele spiegate che è andata oltre le aspettative di tutto l’ambiente. Sabato 7 dicembre, la Dea U19 sconfigge anche il Chievo Verona. Gli uomini di Brambilla partono con il freno a mano tirato e lasciano qualche occasione per andare in rete ai clivensi. Solo il palo colpito con il mancino da Tuzzo strozza in gola agli ospiti l’urlo del possibile vantaggio. Quando i padroni di casa si accendono, vanno vicini al bersaglio grosso con Traore, prima del contatto dubbio tra lo stesso numero 10 e il giocatore in prestito al Chievo, Enyan. Per l’arbitro l’intervento è punibile con il tiro dal dischetto, trasformato dal solito Colley. Il bomber gambiano, fra il 31′ e il 34′, realizza la personale doppietta portando il suo bottino di marcature a nove. Il capocannoniere del campionato Primavera è stato fenomenale a incornare il cross preciso dell’esterno Ghislandi (da vedere e rivedere il doppio passo in dribbling sulla fascia) mettendo il sigillo sul match. La Dea mantiene così la testa della classifica con tre punti di vantaggio sul Cagliari e volta pagina nel migliore dei modi.

Nel mirino dei bergamaschi ora c’è l’attesissimo incontro di domani, mercoledì 11 dicembre, contro lo Shakhtar Donetsk. La partita di Youth League sul campo degli ucraini è di quelle che non ti fanno dormire la notte, quelle a cui non vedi l’ora di assistere per raccontarle a distanza di anni. Una battaglia decisiva per proseguire la scalata alla gloria. Sensazioni ed emozioni difficilmente spiegabili a chi non è appassionato di calcio e non ha l’Atalanta nel cuore. Alle 11 italiane, a Kharkiv gli orobici duelleranno con gli arancioneri per mantenere il primo posto nel girone C, che significherebbe qualificazione diretta agli ottavi di finale. Un traguardo storico, raggiunto se i nerazzurri riuscissero a ottenere almeno un pareggio o se la Dinamo Zagabria non dovesse riuscire a battere il Manchester City. L’appuntamento conta poco o nulla per gli ucraini, formazione già matematicamente eliminata e ancora a secco di vittorie. Per riscattare il pareggio in extremis della gara d’andata, i bergamaschi dovranno giocare come sanno fare, senza preoccupazioni. Alla lunga le qualità verranno fuori e i ragazzi di Brambilla potranno festeggiare l’ingresso nelle migliori sedici squadre d’Europa coronando il sogno di un’intera città.

 

[Allenamento dell’U17 femminile A. Foto atalanta.it]

 

Anche l’Under 17 ha esultato domenica, infrangendo il record di partite a punteggio pieno grazie al 4-1 con cui ha travolto il Milan. Grande giornata degli uomini di Bosi, che si regalano un’altra bella soddisfazione al Centro Sportivo Vismara: la dodicesima vittoria in altrettante giornate. Mai nessuno aveva collezionato risultati così positivi e accumulato un vantaggio di dieci punti sull’Inter seconda in classifica a inizio dicembre. Partenza a rilento per il gruppo classe 2003, che quasi subito deve raccogliere la sfera nella propria porta in seguito a un rimpallo sfortunato. Lo svantaggio non scoraggia gli ospiti, anzi li motiva a fare meglio. La crescita nerazzurra porta al gol del pareggio di Giovane, lesto a mettere dentro la respinta del portiere avversario. Non si fermano qui però i bergamaschi, che mettono la testa avanti grazie a un autogol e si impongono definitivamente con la doppietta decisiva di Rosa, arrivato a quota otto centri.

Domenica di gloria anche per la compagine Under 15, capace di schiantare con lo stesso risultato di 4-1 il Venezia al Centro Bortolotti. Vittoria che profuma di liberazione, fa respirare una rosa vogliosa di rialzare la testa e permette di guardare al futuro con ottimismo. Tre punti d’oro conquistati in rimonta dalle giovani promesse di Gambirasio, al termine di un match sofferto nella prima frazione e ribaltato nella ripresa. Il solito Guerrini riporta entusiasmo con il gol del pareggio e il neoentrato Vavassori sigla, in poco più di cinque minuti dal suo ingresso, una doppietta letale per i Leoni Alati. Poker confezionato da Fiogbe, al termine di una manovra di gioco da applausi. Squadre femminili belle a metà nel weekend dell’Immacolata. L’U17 A crolla in trasferta 2-0 nel derby con il Brescia, mentre l’U17 B si sbarazza con una manita delle Azalee lontano da Zingonia. Nel 5-2 finale, a segno Faustini, Fumagalli, Negri, Noris e Filipponio. Giocano a tombola in casa le ragazze dell’U15 con l’AlbinoLeffe. Pirotecnico il passivo di 25-0 grazie al poker di Bellagente, alle triplette di Tironi, Marcomini, Gregis e Romano, alle doppiette di Casanova e Zanisi e a un gol a testa di D’Elia, Amoroso, Galbusera e Ripamonti. Chiude il quadro un’autorete.

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia