Si è arrivati alle scintille politiche

Più che un albero, un «fil de fèr» (ma le lucine di Albino son belle)

Più che un albero, un «fil de fèr» (ma le lucine di Albino son belle)
24 Dicembre 2019 ore 05:00

Anche a Natale non si perde occasione per dare inutilmente, se non dannosamente, aria alla bocca. È troppo forte la tentazione imitativa dei cattivi maestri che il mondo dei media e della politica da chiacchiere al bar hanno sdoganato sotto forma di maleducazione e arroganza contaminando menti più che le polveri sottili l’aria. Succede anche per le piccole cose dove chi fa sbaglia e chi non fa critica. E lamentele o derisioni, amplificate dai social, possono trasformarsi in litigi e cattiverie. Fortunatamente poi c’è chi cerca, con un pizzico d’ironia, di appianare le infinite contese, spesso sul nulla.

 

 

Ma cosa è successo? L’8 dicembre è stato il giorno dell’accensione delle luminarie nel centro storico di Albino. La ditta incaricata alla posa degli addobbi ha allestito vie e piazze al fotofinish del countdown all’accensione, con lavori iniziati il 6 dicembre. Molto bello il tema proposto, sullo stile di quello di Bergamo, ma l’albero… Per una scelta di attenzione ai temi ambientali, l’associazione “Le Botteghe di Albino” aveva optato per un albero a scheletro di metallo rivestito di luci, ma il risultato effettivamente lasciava a desiderare. Il guaio è che l’attenzione sia caduta inevitabilmente sull’anello debole della pur bella installazione complessiva e, dalla piazza ai social, il passo è stato breve. Postando la foto dell’albero corredata ironicamente dalla domanda «È uno scherzo vero?», è Bruno dare il là. Di seguito Grazia sperava davvero fosse uno scherzo, aggiungendo «… ma non siamo a Carnevale»; per Marisa «Siamo proprio ridotti all’osso» a cui fa eco Maria che suggerisce: «Facciamo una colletta, oltre alle addizionali comunali». Per Katia «È una tristezza assoluta, uno scheletro di fili che neanche ai defunti piace. Che tristezza!», ma Alan riesce a trovare motivo di consolazione: «Minima spesa massimo rendimento, ho trovato un albero che fa più schifo del mio», fino a Veronica che sposta l’obiettivo su piazza San Giuliano, pure al centro di molte chiacchiere.

Fin qui tutto relativamente bene, quando la polemica si apre alla politica locale. La pagina Facebook del gruppo di minoranza “Per Albino Progetto Civico” rilancia la foto con un «…e voi cosa ne pensate?». L’assessore al Commercio Davide Zanga non ci sta e scrive: «Innanzitutto ringrazio il gruppo consiliare di Per Albino. Si vede che quando avete amministrato lo avete fatto talmente bene che non sapete neppure che la…

 

Articolo completo a pagina 50 di BergamoPost cartaceo, in edicola fino a giovedì 26 dicembre. In versione digitale, qui.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia