Agevolazioni fiscali

A Bergamo i giostrai non pagheranno la tassa di occupazione di suolo pubblico

La misura è valida fino a dicembre. La decisione fa seguito alla scelta fatta da Palazzo Frizzoni di esentare dal pagamento della Cosap anche i commercianti e gli operatori dei mercati

A Bergamo i giostrai non pagheranno la tassa di occupazione di suolo pubblico
Bergamo, 08 Ottobre 2020 ore 16:25

Fino a dicembre, a Bergamo anche i giostrai e le cosiddette “attrazioni di spettacolo viaggiante” non pagheranno il canone di occupazione di spazi e aree pubbliche. La delibera è stata approvata nel corso della seduta di Giunta di oggi (giovedì 8 ottobre) e fa seguito alla decisione presa dall’Amministrazione di esentare dal pagamento della Cosap i mercati e gli esercizi commerciali. Le casse di Palazzo Frizzoni perderanno entrate per circa 33 mila euro, ma ciò non avrà effetti sulla previsione di bilancio per l’anno in corso.

«Aggiungiamo un ulteriore tassello nel programma di sgravi previsti per il 2020 – commenta il vicesindaco Sergio Gandi -. Dopo il taglio della Tari durante i tre mesi di quarantena e la cancellazione della Cosap da marzo a dicembre per commercianti e operatori dei mercati cittadini, il provvedimento si estende anche ai giostrai fino alla fine dell’anno. Questo agevolerà, oltre gli operatori della Fiera di Celadina, anche le iniziative che potrebbero essere organizzate da qui alla fine dell’anno, quelle attrazioni viaggianti che spesso caratterizzano il Natale cittadino».

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia