verso il voto

A Bergamo il 50 per cento dei seggi elettorali non saranno più nelle scuole

In vista del referendum costituzionale del 20 e 21 settembre il Comune ha individuato una serie di luoghi alternativi dove sarà possibile votare

A Bergamo il 50 per cento dei seggi elettorali non saranno più nelle scuole
Bergamo, 27 Agosto 2020 ore 11:17

Il 20 e 21 settembre si torna al voto: sia per il referendum confermativo sul taglio dei parlamentari, sia per le elezioni amministrative in 13 comuni della provincia. A Bergamo, in particolare, i cittadini saranno chiamati a esprimere il proprio giudizio in merito alla riforma costituzionale a meno di 7 giorni dalla riapertura delle scuole. Prevedendo i possibili disagi per le famiglie, Palazzo Frizzoni si è messo quindi al lavoro per spostare da alcuni degli istituti scolastici della città i seggi elettorali.

In particolare, circa la metà degli elettori bergamaschi dovranno votare in sedi alternative. Quindi, dove si voterà? Il Comune ha pensato a una serie di luoghi non troppo lontani dalle scuole, facilmente raggiungibili a piedi anche dalle persone anziane: il Museo Caffi in Città Alta, Palazzo Frizzoni, il Polaresco, il Polo Civico di Redona, i centri della terza età a Monterosso e al Villaggio degli Sposi. Inoltre, secondo le indicazioni del Ministero dell’Interno, queste sedi saranno definitive, ciò significa che non si tornerà più a votare negli istituti scolastici. Nei prossimi giorni i cittadini riceveranno informazioni dal Comune e un talloncino da applicare alla tessera sul quale sarà riportato il nuovo indirizzo del seggio.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia