un'estate da covid

A Trescore il Cre si farà nei cortili di casa

Comune e Oratorio hanno formulato quattro percorsi da condividere con le famiglie.

A Trescore il Cre si farà nei cortili di casa
03 Giugno 2020 ore 07:56

Ricordate com’era? La scuola è finita e ora tutti al Cre. Benedetto oratorio che teneva impegnati in modo sicuro bambini, ragazzi e adolescenti fino al momento di andare in vacanza con la famiglia. Ma quest’anno come sarà? Dal 15 giugno il Dipartimento della famiglia ha dato alcune indicazioni per le attività socio-educative. E nei paesi ci si sta organizzando in tal senso. Prendiamo per esempio Trescore Balneario. Qui Comune e Oratorio, insieme, hanno invitato le famiglie a rispondere a un questionario; le risposte potranno far comprendere meglio quali siano le esigenze, i bisogni e le preoccupazioni dei genitori e dei ragazzi per organizzarsi al meglio. Necessariamente le attività dovranno essere realizzate in piccoli gruppi sotto la supervisione di personale qualificato adulto e dislocate in più sedi: scuole e cortili, oratorio e impianti sportivi,  parchi. Quattro i percorsi individuati dal Comune della Valle Cavallina che coprono il periodo di luglio e agosto. Le attività prevedono la collaborazione e condivisione con le famiglie. Si tratta di un nuovo inizio, dove non saranno più soltanto i ragazzi a recarsi all’oratorio, ma saranno gli animatori a raggiungere i ragazzi nei loro cortili o giardini di vicinato in piccoli gruppi.

PERCORSO 1 – #sempreconnessi: attività estive online che utilizzano strumenti informatici, piattaforme social, per avviare e gestire attività ludico-ricreative a distanza (giochi, laboratori creativi, musica, danza…); nello specifico è stato pensato a video che verranno realizzati dagli animatori e che saranno poi destinati ai bambini e ai ragazzi, con proposte differenziate in base all’età, e con attività da svolgere nell’arco della settimana.
PERCORSO 2 – CARE-start: attività animative diffuse, dislocate in diverse zone del paese (cortili, parchi pubblici, oratorio…) che diventeranno i luoghi dell’estate, con un gruppo di coordinamento itinerante, animatori maggiorenni di riferimento, animatori adolescenti di supporto e piccoli gruppi di ragazzi e bambini (per ogni 10 bambini/ragazzi ci saranno 2 animatori maggiorenni e 1 animatore adolescente). Questa modalità coprirà 5 pomeriggi a settimana.
PERCORSO 3 – A porte aperte: attività in piccolo gruppo di bambini/ragazzi da svolgersi nei giardini di casa (laddove ci fosse la disponibilità), gestita da animatori maggiorenni accompagnati da animatori adolescenti. Si differenzia dal percorso precedente perché in questo caso la principale risorsa da sfruttare non saranno i luoghi pubblici del paese ma le case e i cortili i quali, in base alla disponibilità, diventeranno luogo accogliente per le attività di piccoli gruppi.
PERCORSO 4 – Un tempo prezioso solo per noi: attività di socializzazione tra bambini di prima e seconda elementare con la presenza dei genitori.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia