Solidarietà

Aido, torna la raccolta delle lattine a Oriocenter (e dintorni)

Appuntamento domenica 4 ottobre al centro commerciale e al Parking Lowcost di Azzano. In 10 anni riciclate 27 tonnellate di alluminio

Aido, torna la raccolta delle lattine a Oriocenter (e dintorni)
Bergamo, 30 Settembre 2020 ore 02:31

La chiamano “la raccolta delle lattine”, ma concerne in realtà tutto quanto è alluminio: film, contenitori, pentole e quant’altro. Domenica 4 ottobre all’Oriocenter e a lato del parcheggio Lowcost Parking, via Emilia 27/29, Azzano San Paolo (punto di raccolta), torna l’iniziativa dell’Aido della provincia di Bergamo (che conta quasi 78mila iscritti): a tutte le persone che arriveranno anche solo con una lattina verranno dati dei gadget offerti dal Consorzio Italiano Alluminio e da Aido Provinciale di Bergamo. Scopo dell’iniziativa: promuovere la cultura della donazione di organi, tessuti e cellule a scopo di trapianto terapeutico. Il ricavato del conferimento andrà all’associazione di donatori e servirà alla stampa di materiali di comunicazione per le scuole di ogni ordine e grado: si vogliono promuovere sani stili di vita, oltre alla conoscenza delle problematiche di chi è in lista d’attesa di trapianto di organi.

7 foto Sfoglia la gallery

«In dieci anni abbiamo conferito per il riciclo oltre 27 tonnellate di alluminio – racconta Everardo Cividini – anche se forse quest’anno non riusciremo a fare grandi risultati, vista l’assenza delle sagre, che di solito ci sostengono. All’Oriocenter ci saranno anche dei monumenti fatti con le lattine: la “lattona” e un torchio. Ricordo che nel 1991, quando si stava procedendo al restauro di Porta San Giacomo, ne avevamo realizzato una copia fatta di alluminio a Monterosso (foto a lato, ndr). Ringrazio Ruggero Pizzigalli, direttore di Oriocenter, per la disponibilità ad ospitare ancora una volta la nostra iniziativa».

Domenica 27 settembre, tra l’altro, è stata la “Giornata del sì”. A Milano, nella chiesa di San Gottardo in Corte a Palazzo Reale, si è tenuto un convegno sul tema dell’emergenza etica e socio-sanitaria della donazione (e come essa viene recepita dalle varie comunità religiose) e del trapianto di organi. Nella Bassa è avvenuta l’intitolazione della nuova pista ciclabile tra Casirate e Treviglio alla memoria di Gabriele Raffa, il giovane che proprio in quel tratto maledetto della provinciale fu travolto e ucciso da un’automobile, il 5 maggio del 2019: gli organi furono donati. Infine Franco Cometti di Almè ha promosso per la prima volta un incontro sul Canto Alto con presenza dei labari dell’Aido.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia