Vittima del Covid-19

Assisteva gli anziani col sorriso: addio a Lidia, infermiera della Rsa di Predore

Originaria di Sciacca, Sicilia, aveva 56 anni. Lascia il marito, dipendente del Comune di Villongo, e la figlia ventenne

Assisteva gli anziani col sorriso: addio a Lidia, infermiera della Rsa di Predore
17 Aprile 2020 ore 08:20

Sempre sorridente e gentile, dolcissima e di grande umanità. Una colonna portante Lidia Liotta, infermiera professionale di 56 anni, caposala della Rsa Villa Serena di Predore. Originaria di Sciacca, Sicilia, è morta ieri, 16 aprile, vittima del Covid-19. Era ricoverata da circa un mese in condizioni critiche all’ospedale di Chiari. Lascia il marito, impiegato presso il Comune di Villongo, e la figlia di 20 anni: con loro viveva a Predore.

«Stava lottando con tutte le sue forze», raccontano i familiari. Ma il suo cuore ha cessato di battere a causa di una emorragia cerebrale. Nella Rsa dove lavorava anche diversi anziani hanno contratto il virus, tanto che la struttura ha dovuto chiudere per mancanza di personale e gli ospiti sono stati dirottati verso altre strutture. Il lavoro di Lidia era molto apprezzato: si prendeva cura «in modo esemplare», hanno commentato le colleghe, dei 25 ospiti della residenza. Aveva iniziato a lavorare alla casa di riposo prima del 2000: la promozione a caposala è avvenuta qualche anno fa, quando Lina Zanetti è andata in pensione.

Rsa della parrocchia. Villa Serena è proprietà della parrocchia di Predore, ma dal 2005 la gestione è affidata alla cooperativa Universis di Udine, che gestisce anche le Rsa di Seriate e Dalmine. Dopo la chiusura per mancanza di personale, in emergenza virus, gli ospiti sono stati spostati nelle Rsa di Dalmine, Seriate e Gorlago tra il 13 e il 17 di marzo. Una decina i decessi totali tra gli anziani, sul totale di 25. Il parroco don Alessandro Gipponi, che è stato accanto alla famiglia durante il ricovero di Lidia, così la ricorda su L’Eco di Bergamo: «Era un’infermiera di grande umanità che anteponeva alla sue esigenze quella dei suoi anziani. Fino all’ultimo ha voluto essere accanto ai suoi nonni».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia