Cronaca
La rimonta firmata Gomez

Col Papu più in alto delle Aquile

Col Papu più in alto delle Aquile
Cronaca 29 Ottobre 2015 ore 09:22

Cuore, sudore, fatica, sofferenza. E poi, la perla. Bellissima, lucente, rarissima. Incastonata là, dove si annidano solo le ragnatele. La incastra Papu Gomez, chiude un contropiede che per qualche secondo ha tenuto tutto lo stadio sospeso tra il sogno e la realtà. E poi, tutto diventa stupendo. L’Atalanta batte in rimonta la Lazio per 2-1, spacca la partita con due reti nel secondo tempo dopo essere finita sotto per una punizione di Biglia e regala al pubblico bergamasco una notte da brividi.

La classifica, ora. La classifica dice 17 punti in 10 giornate, settimo posto e un sogno chiamato Europa che continua a vivere nel cuore di chi nonostante la pioggia per 93 minuti ha lasciato la voce nel fortino del Comunale. E pazienza se questa volta il gioco è stato meno brillante del solito. Non fa nulla se Reja ha dovuto cambiare tre volte il volto alla sua squadra. L’importante, come sempre, è il risultato. Anzi, è l’unica cosa che conta.

Gioca Pinilla. Grande sorpresa tra i nerazzurri nella formazione ufficiale. In attacco, nonostante gli indizi della vigilia e le parole di Reja che lasciavano presagire un turno di riposo a favore di Denis, il centravanti è ancora Mauricio Pinilla. Il tridente è completato da Moralez e Gomez, in mezzo al campo Carmona ritrova una maglia da titolare con de Roon e Kurtic, mentre in difesa Masiello (per Bellini) e Stendardo (per Toloi) sono i due nuovi innesti vicino a Paletta e Dramé. Tra i pali, super Marco Sportiello.

Lazio, davanti c'è Matri. Nella Lazio Cataldi non recupera e finisce in panchina (al suo posto Onazi), Pioli in avanti si affida ai titolarissimi Felipe Anderson, Milinkovic-Savic e Candreva con Matri a fungere da vice Klose. Pioggia battente sullo stadio di Bergamo, serata fredda e pubblico letteralmente inzuppato nelle due curve. Nel settore ospiti, circa 300 i tifosi della Lazio al seguito.

Partenza pimpante. Le due squadre, nonostante le avverse condizioni atmosferiche, provano a far gioco fin dai primi minuti. La Dea è frizzante, al 4’ Gomez prova un destro dai 30 metri su cui Marchetti fa buona guardia e al 6’ è Pinilla a spendersi in una bella progressione sulla destra, ma il suo cross al centro non trova Maxi all’appuntamento. La Lazio gioca bene alle spalle di Matri, al 7’ Masiello anticipa nettamente Candreva ma rischia l’autogol con una deviazione da pochi passi e dopo l’ammonizione di Biglia (10’), succede subito qualcosa che merita di essere rivisto alla moviola.

M_AL9262
Foto 1 di 12

Atalanta-Lazio. Photo Mariani

M_AL9358
Foto 2 di 12

Atalanta-Lazio. Photo Mariani

M_AL9371
Foto 3 di 12

Atalanta-Lazio. Photo Mariani

M_AL9384
Foto 4 di 12

Atalanta-Lazio. Photo Mariani

M_AL9243
Foto 5 di 12

Atalanta-Lazio. Photo Mariani

M_AL9249
Foto 6 di 12

Atalanta-Lazio. Photo Mariani

M_AL9251
Foto 7 di 12

Atalanta-Lazio. Photo Mariani

M_AL9259
Foto 8 di 12

Atalanta-Lazio. Photo Mariani

M_AL9262
Foto 9 di 12

Atalanta-Lazio. Photo Mariani

M_AL9265
Foto 10 di 12

Atalanta-Lazio. Photo Mariani

M_AL9275
Foto 11 di 12

Atalanta-Lazio. Photo Mariani

M_AL9292
Foto 12 di 12

Atalanta-Lazio. Photo Mariani

La punizione incriminata. Masiello (15’) ripiega su Felipe Anderson, il difensore nerazzurro interviene sul pallone ma Irrati assegna un calcio di punizione dai 23 metri: sul pallone, centrale, si presenta il capitano Biglia che indovina la palombella giusta e batte Sportiello. 1-0 che punisce i nerazzurri, che tentano a fatica di reagire. Per riprendersi occorrono alcuni minuti: al 21’ Gomez costringe Marchetti a smanacciare e al 32’ arriva la grande occasione per il pari. Gomez e Moralez scambiano su punizione, il numero 10 argentino mette in mezzo per Stendardo che è solo davanti a Marchetti ma non arriva sul pallone di un soffio.

Fine primo tempo. In chiusura di tempo la Lazio cerca il raddoppio con Onazi (43’, sinistro parato a terra) e Candreva (44’ destro sul fondo) e dopo un minuto di recupero Irrati manda tutti a bere qualcosa di caldo. Il risultato è stato sbloccato da un bel gol di Biglia, ma la punizione assegnata continua a destare qualche dubbio.

Entra Raimondi. Reja ad inizio ripresa toglie Kurtic per Raimondi, passa al 4-4-2 e la squadra spinge subito. Al 49’ Maxi imbecca Pinilla che non trova la porta, al 51’ Gomez cade in area ma non c’è nulla e al 52’ è Raimondi ad innescare Moralez: il piccolo argentino prova a beffare Marchetti ma non ci riesce, l’occasione sfuma ed è un peccato perché Pinilla era solo nel cuore dell’area.

La squadra ci crede. A questo punto l'Atalanta però ci crede e spinge al massimo: al 66’ Pinilla al volo non trova l’angolo giusto. Ma il pareggio è nell’aria e arriva grazie al solito Papu Gomez. Il piccolo numero 10 argentino al 69’ scaraventa al centro una palla insidiosa, Basta è maldestro e insacca alle spalle di Marchetti l’1-1 che riaccende la passione del Comunale. La Lazio a quel punto cerca di tornare alla carica, riorganizza le idee e imbastisce le azioni verso l'area di Sportiello. I risultati, però, sono minimi, e quando ci si aspetta l'arrembaggio finale biancoceleste, ecco la svolta.

???????????????????????????????????????????????????????????
Foto 1 di 4

Atalanta-Lazio. Photo Mariani

???????????????????????????????????????????????????????????
Foto 2 di 4

Atalanta-Lazio. Photo Mariani

???????????????????????????????????????????????????????????
Foto 3 di 4

Atalanta-Lazio. Photo Mariani

???????????????????????????????????????????????????????????
Foto 4 di 4

Atalanta-Lazio. Photo Mariani

L'azione del 2-1. Stendardo (86’) apre sulla fascia per D’Alessandro, il numero 7 controlla bene e sceglie il cross arretrato per Gomez: l'argentino prende la mira, infila il destro all’incrocio e manda tutti quanti al manicomio. 2-1 con una palla perfetta a togliere le ragnatele. Nel recupero non succede più nulla: il pubblico vive gli ultimi 180 secondo con il cielo a portata di dito e questa notte, in tanti, faranno sogni d’oro. La Serie B è lontana 11 punti, il sogno europeo ne dista invece solo 1 e domenica si va a Bologna.

ALBERTO MARIANI-PEGASO NEWSPORT ATALANTA - LAZIO SERIE A TIM 2015-2016

Atalanta - Lazio 2-1

Reti: 17’ Biglia (L), Aut. Basta (L), 86’ Gomez (A)

Atalanta (4-3-3): Sportiello, Masiello, Stendardo, Paletta, Dramè (58’ D’Alessandro), Carmona, De Roon, Kurtic (46’ Raimondi), Moralez (77’ Cherubin), Pinilla, Gomez. All. Reja.

Lazio (4-2-3-1): Marchetti, Basta, Hoedt, Gentiletti, Lulic, Onazi (80’ Klose), Biglia, Milinkovic-Savic, Candreva, Felipe Anderson, Matri (64’ Djordjevic). All. Pioli

Ammoniti: Biglia (L), Onazi (L), Masiello (A), Raimondi (A), Lulic (L), Milinkovic-Savic(L)

Seguici sui nostri canali