Cronaca
L’indiscrezione

Ats ha chiesto a Promoberg di usare la Fiera di Bergamo fino al 31 luglio

La società che gestisce gli spazi deciderà il dà farsi venerdì 19 durante Consiglio di Amministrazione

Ats ha chiesto a Promoberg di usare la Fiera di Bergamo fino al 31 luglio
Cronaca Bergamo, 16 Febbraio 2021 ore 01:55

Il sopralluogo di Bertolaso, lo scorso sabato, aveva già fatto alzare le antenne. Servono spazi ampi da usare come hub per la vaccinazione anti Covid di massa e la Fiera di Bergamo si presta perfettamente al compito. Promoberg, però, si era già mostrata recalcitrante a concedere nuovamente lo spazio nei mesi scorsi, quindi il dubbio resta. Ats, però, la richiesta alla società di gestione dei padiglioni l’ha già fatta, come scrive oggi L’Eco di Bergamo.

La conferma non è arrivata da Ats, ma da Fabio Sannino, presidente dell’ente promotore delle manifestazioni fieristiche, che ha convocato i soci per prendere una posizione. «Faremo un Cda venerdì per dare risposta formale alla richiesta di Ats di usare la Fiera per le vaccinazioni fino al 31 luglio», ha detto Sannino. Con i padiglioni liberi da agosto si potrebbe provvedere a programmare le manifestazioni fieristiche autunnali, per non mettere in ulteriore difficoltà un settore che è già alla frutta.

Nell frattempo l’azienda ospedaliera Asst Papa Giovanni ha fatto sapere che da giovedì 18 febbraio le tre linee attive di tamponi molecolari attualmente in fiera traslocheranno al presidio sanitario Matteo Rota di via Garibaldi 13/15. Uno spostamento che era già previsto, e che quindi non fornisce un’ulteriore conferma dell’eventuale passaggio della Fiera al programma di vaccino.

Le tre linee di tamponi sono: quella dedicata ai cittadini inviati da Ats Bergamo, dai medici di medicina generale, dai pediatri e per i pazienti che devono accedere a un ricovero programmato al Papa Giovanni (invariato l’orario del servizio, da lunedì a venerdì dalle 8 alle 15.30 e il sabato dalle ore 8 alle ore 14); quella dedicata alla scuola, attiva dalle 8.30 alle 13.30; quella per i viaggiatori (in questo caso l’appuntamento è su prenotazione diretta dell’utente, contattando il numero 035.267.6161, attivo da lunedì a sabato dalle 8 alle 12 e dalle 14 alle 18).