I risultati del vivaio nerazzurro

In attesa del Milan, la Primavera va Applausi per il talento Kulusevski

In attesa del Milan, la Primavera va Applausi per il talento Kulusevski
06 Febbraio 2018 ore 16:11

Weekend più dolce che amaro per il settore giovanile dell’Atalanta, impegnato con quasi tutte le rose nei vari campionati nell’ultimo fine settimana, escludendo le Giovanissime Regionali femminili allenate da Stefano Oriunto, ancora a riposo.

 

 

Nel pomeriggio di sabato, la Primavera è tornata in vetta alla classifica superando l’Inter con la vittoria in casa contro la Sampdoria, sempre più ultima e a rischio retrocessione. I ragazzi bergamaschi riescono subito a mettere in chiaro le cose sbloccando la gara al sesto minuto grazie ad un bellissimo sinistro del centrocampista Colpani dal limite, che bacia la parte inferiore della traversa prima di terminare alle spalle di Piccardo. La reazione dei genovesi produce qualche occasione per gli ospiti, ma l’Atalanta si oppone rispondendo colpo su colpo fino alla fine del primo tempo. I giovani nerazzurri nella ripresa si accendono; in particolare, dopo sette minuti, Kulusevski è bravo a sfruttare la sua rapidità palla al piede e guadagnarsi un calcio di rigore subendo fallo da Ferrazzo. Si presenta sul dischetto Nivokazi, che trasforma con freddezza spiazzando l’estremo difensore doriano. Sempre dagli undici metri, spaventa gli orobici la Samp, accorciando le distanze con il marocchino Ejjaki. Ci pensa ancora il gioiellino svedese di origini macedoni Kulusevski (in assoluto il migliore in campo) a mettere il sigillo di garanzia sul successo bergamasco, con un tiro a giro scagliato sotto l’incrocio dei pali da posizione defilata.

Da segnalare i due legni colpiti da Peli e Kulusevski e la traversa centrata da Gomes per i liguri. Grande dimostrazione di forza per i giocatori di Brambilla, che riabbracciano Latte Lath, promettente attaccante esterno classe ‘99 ritornato sotto le Mura di Città Alta in seguito al prestito al Pescara. Colpo grosso dell’Atalanta, che affronterà il big match di domenica prossima contro l’Inter con due punti di vantaggio sui meneghini e la possibilità di portarsi a più cinque. Ora la Primavera è attesa dall’ardua impresa della semifinale di ritorno contro il Milan: mercoledì 7 febbraio, allo stadio di Bergamo (ore 20.30), i ragazzi di Brambilla ospiteranno i rossoneri dopo la sconfitta per 2-0 dell’andata. Una vera e propria impresa ribaltare il passivo, ma se arriveranno tanti tifosi a sostenere i nostri, sappiamo bene che nulla è impossibile.

 

 

Sorprendente il pareggio di sabato sul campo del Vicenza per la Berretti di Lorenzi. Dopo aver condotto per più di un’ora con la marcatura di Cambiaghi, la rosa Under 18 si fa raggiungere a metà secondo tempo da Lucca. Risultato che però, alla fine, è meno amaro del previsto visto che anche la truppa interista in testa alla graduatoria impatta in casa di fronte alla Virtus Bassano, non sfruttando il passo falso dei bergamaschi. Non ci pensa neanche a rallentare la propria corsa, invece, la Feralpisalò, uscita vincitrice dal terreno di gioco della Triestina e in piena lotta per il primo posto. La seconda piazza ottenuta ai danni degli orobici è la giusta ricompensa per il grandissimo cammino intrapreso dai Leoni del Garda. Domenica, l’Under 17 si è presa la rivincita sul Bologna, vincendo 2-1 e battendo l’unica formazione in grado di togliere qualche punto alla corazzata di Bosi. Partita piacevolissima quella andata in scena al Centro Bortolotti di Zingonia, giocata con grinta e su ritmi elevati. Succede tutto nella prima frazione: il tecnico nerazzurro decide di schierare dall’inizio la giovane promessa Kobacki e ben presto si rivela una scelta azzeccata, infatti il classe 2001 segna con un pallonetto già all’undicesimo. Il capitano Cortinovis, quando è in possesso di palla, crea sempre apprensione nella difesa avversaria e al minuto 23′ guadagna un calcio di rigore, che trasforma con lucidità per il raddoppio atalantino. Due giri di orologio più tardi, i felsinei tornano in partita grazie alla rete di Rabbi, ma nei secondi 45′ minuti non recuperano lo svantaggio. Giovedì alle 15 è in programma il recupero con il Milan al Vismara per provare ad aumentare a dieci il distacco dall’Inter, seconda forza del campionato.

Sempre domenica l’Under 16 e 15 vincono in trasferta a Ferrara senza subire gol. I giocatori classe 2002 superano la Spal di misura con il gol di Roma in apertura e conquistano tre punti fondamentali per rimanere aggrappati ad Inter e Lazio, rispettivamente prima e seconda in classifica. Più largo invece il successo dei calciatori di Andrea Di Cintio, che faticano a sbloccare l’equilibrio e riescono a passare in vantaggio solo ad un quarto d’ora dal fischio finale con De Nipoti. Il 2-0 definitivo di Amer Mehic sancisce l’ottava vittoria consecutiva, permette all’Under 15 di continuare la rincorsa sull’Inter e aumenta il divario con il Milan, terzo a meno dieci lunghezze dai nerazzurri. I Giovanissimi Regionali rallentano inaspettatamente la loro corsa, facendosi raggiungere due volte dal Como dopo il doppio vantaggio firmato da Dilernia e Muhameti. A rispondere all’Atalanta, prima Zanetti e poi Polese, che negano la gioia della vittoria ai 2004 di Giordani. Brutta caduta, sempre in trasferta contro i lariani, per i Giovanissimi Fascia B. Il poker comense siglato da La Monaca, Catani e dalla doppietta di Liserani rappresenta la seconda sconfitta stagionale per i bergamaschi guidati da Rebba.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia