obiettivo champions

Avanti con i lavori al Gewiss Stadium: cambia look anche la Curva Morosini

Il 7 e 8 settembre il sopralluogo degli ispettori Uefa per il nulla osta a ospitare i match della fase a gironi della Champions League

Avanti con i lavori al Gewiss Stadium: cambia look anche la Curva Morosini
Bergamo, 24 Agosto 2020 ore 10:54

Prima l’avvio del cantiere alla Tribuna Rinascimento (ex Tribuna Ubi), ora l’inizio dei lavori anche alla Curva Morosini: passano anche da queste opere le possibilità che ha l’Atalanta di giocarsi una carta per ospitare le partite della prossima edizione della Champions League in casa.

Al momento non è stata ancora resa nota la capienza della nuova Curva Morosini. Dopo la rimozione delle tribune metalliche alla base della struttura in cemento, il fondo è stato demolito e livellato. Quindi, sono stati realizzati nuovi basamenti in cemento che ospiteranno le tribunette con i seggiolini a norma. Le sedute fisse sono infatti uno dei requisiti richiesti dalla Uefa, che considera imprescindibile avere posti numerati in tutti i settori.

Il 7 e l’8 settembre sono in programma i sopralluoghi degli ispettori europei, che verificheranno che il Gewiss Stadium rispetti tutti i requisiti imposti dalla Uefa e rilasceranno, eventualmente, il nulla osta per ospitare i match della fase eliminatoria a gironi (la data d’inizio è stata fissata al 20 ottobre).

Nel frattempo procedono a pieno ritmo i lavori sulla Tribuna Rinascimento. Senza toccare la facciata, vincolata dalla Sovrintendenza, sabato è stato posato l’ultimo gradone prefabbricato per un totale di circa 3.800 posti complessivi. Ora manca soltanto la posa dei nuovi seggiolini, mentre nella parte più alta troveranno posto gli skybox speculari a quelli della tribuna centrale.

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
ANCI Lombardia