Un colosso da 1 mld di utenti

Avete uno di questi smartphone? Presto non potrete usare Whatsapp

Avete uno di questi smartphone? Presto non potrete usare Whatsapp
Cronaca 03 Marzo 2016 ore 02:30

In questi giorni Whatsapp, il servizio di messaggistica istantanea più noto e utilizzato al mondo, ha compiuto 7 anni. Era il febbraio 2009, infatti, quando l’innovativa prospettiva di comunicare fra cellulari non più con i classici sms ma con uno strumento legato alla connessione ad internet metteva piede nel mercato; oggi possiamo dire che la sfida è stata ampiamente vinta. Per celebrare questo successo, che oggi coinvolge più di un miliardo di persone in tutto il mondo, Whatsapp ha redatto una nota ufficiale sul proprio sito, parlando del lavoro del passato, delle vittorie del presente, e delle scommesse del futuro. Quest’ultimo che, peraltro, vedrà esclusi da Whatsapp diversi smartphone, alcuni anche parecchio diffusi. Già, avete capito bene: guardate bene quale modello di cellulare avete o intendete comprare nell’immediato, perché potrebbe non essere più idoneo ad utilizzare la chat entro fine 2016.

 

whatsapp-892926_1280

 

Un po’ di sana autocelebrazione. «Ad oggi un miliardo di persone usa Whatsapp»: si apre così la nota celebrativa che il team del servizio di chat ha pubblicato sul proprio sito in occasione del suo settimo compleanno. Un orgoglio, dicono, non solo da un punto di vista del semplice successo commerciale, ma anche e soprattutto per aver reso un po’ più facile ed immediata la comunicazione fra persone, il darsi appuntamenti, addirittura il permettere alla propria azienda di crescere. Un obiettivo che anche 7 anni e un miliardo di utenti dopo non è cambiato. E fino a qui, tutto bene: tanti auguri Whatsapp, cento di questi giorni. Ma la vera sorpresa è arrivata pochi giorni fa.

Whatsapp non più per tutti. L’ultima parte della nota citata si concludeva con la seguente frase: «Ora torniamo al lavoro, perché dobbiamo aggiungere altri 6 miliardi di persone a Whatsapp». Eppure, la strada che la chat pare abbia deciso di percorrere non è esattamente in linea con un’affermazione del genere: entro fine 2016, infatti, un certo numero di smartphone, alcune dei quali fra i più famosi, non saranno più considerati come device su cui poter utilizzare Whatsapp, che non verrà più presentato in un formato a questi adattabili. Veniamo ora al punto più atteso: su quali cellulari non si potrà più usare Whatsapp? Ecco le piattaforme mobili su cui non funzionerà più:

– tutti i dispositivi Blackberry, compreso il 10
– Nokia S40
– Nokia Symbian S60
– Android 2.1 e Android 2.2
– Windows Phone 7.1

 

Whats-TTT-Teenage-Texting-Tendonitis

 

Le ragioni della scelta. Se il vostro smartphone non è compreso fra quelli elencati, potete tirare un sospiro di sollievo; se invece c’è, rassegnatevi a doverne comprare un altro, a meno che non vogliate dimenticarvi di Whatsapp. Ma difficilmente, oramai, se ne può fare a meno. Ciò detto, vien davvero da chiedersi come sia stata presa una decisione del genere, che apparentemente altro non fa che precludersi una fetta di mercato. Quest’ultima, stando a quanto specificato dal team di Whatsapp, sarebbe però pressoché infima, dal momento che parrebbe che il 99,5 percento dei sistemi operativi di tutto il mondo è ricollegabili a Google, Apple o Microsoft, sui quali Whatsapp continuerà a girare senza alcun tipo di problema. La domanda che il team si è fatto, dunque, è stata la seguente: vale la pena spendere tempo ed energie per rendere Whatsapp compatibile su sistemi operativi che rappresentano una porzione di mercato così insignificante? La risposta, si capisce, è stata no, e in casa Whatsapp preferiscono di gran lunga dedicarsi a potenziare al massimo il servizio sulle piattaforme più quotate piuttosto che rallentarne il processo di sviluppo e implementazione per dover star dietro a renderlo adatto a tutti. Tutto sommato, come dar loro torto. Certo, andatelo a spiegare a produttori e consumatori degli smartphone presenti in “black list”…

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli