milano bit 2020

Bergamo si presenta alla Borsa del turismo. Oggi giornata dedicata al pubblico viaggiante

Oggi, domenica 9 febbraio, apre le porte la Borsa internazionale del turismo. Bergamo sarà presente con la sua proposta allo stand della Lombardia.

Bergamo si presenta alla Borsa del turismo. Oggi giornata dedicata al pubblico viaggiante
09 Febbraio 2020 ore 08:55

Con oltre 1.100 espositori da tutto il mondo, oggi domenica 9 febbraio apre al pubblico dei viaggiatori BitMilano 2020. Alla 40ª edizione, che si tiene alla FieraMilanoCity, si avrà modo di scoprire le nuove tendenze e proposte, a partire dall’Italia fino alle mete d’oltreoceano. Il domani 10 e lunedì 11 febbraio, la partecipazione è invece riservata esclusivamente agli operatori di settore cui sono dedicate numerose iniziative. «L’obiettivo – afferma Lara Magoni, assessore regionale lombardo al Turismo – è promuovere la Lombardia come sistema turistico integrato, valorizzando le peculiarità dei suoi territori». L’assessore ha poi ricordato il valore economico del comparto: «Voglio ricordare che il turismo è uno dei pilastri dell’economia mondiale: in Italia realizza il 13,2% del Pil e dà lavoro a quasi il 15% degli occupati. Non è un caso che la Lombardia abbia individuato in questo comparto un ambito strategico sul quale puntare per lo sviluppo economico. In Italia realizza il 13,2% del Pil e dà lavoro a quasi il 15% degli occupati. È una delle nostre priorità favorire in tutti i modi il nostro potenziale turistico, un settore che cresce al ritmo del 3,2%, ovvero 3,6 volte in più della crescita dell’economia italiana».


Allo stand, predisposto da Regione Lombardia, dove si trova anche la proposta turistica integrale di tutto il territorio di Bergamo e provincia, sono stati individuati tre macro temi: 1) Lombardia Active: dal turismo attivo alle Olimpiadi Invernali, lo sport come driver di attrattività turistica; 2)  Lombardia Segreta: dai borghi ai cammini storici, uno sguardo sulla Lombardia più inedita; 3) Sapore inLombardia: un viaggio tra le eccellenze enogastronomiche del territorio.  Il turismo rappresenta l’attività produttiva non strumentale più rilevante per l’Italia e registra un costante trend di crescita annuo. L’ufficio studi Enit certifica per il periodo gennaio-ottobre 2019 un aumento del 2,2% rispetto al 2018, con 84,4 milioni di viaggiatori internazionali, 361 milioni di pernottamenti (+4,4%) e una spesa turistica di quasi 40 miliardi di Euro. La tendenza trova conferma anche per quanto concerne il turismo mondiale: nel 2020 è atteso un aumento del 3,5% pari a 1,5 miliardi di arrivi, nonostante l’incertezza dello scenario geopolitico e sanitario. Per quanto concerne le partenze internazionali dall’Italia verso i principali Paesi raggiungeranno quest’anno i 24,6 milioni, con un tasso di sviluppo del +3,3%: superiore alla media sarà la crescita dei flussi diretti verso l’Area Mediterranea (+3,8%).

BitMilano 2020 rispecchia il sentiment positivo che emerge dalle previsioni e dalle analisi redatte dalle autorevoli fonti, con conferme, prestigiosi ritorni e rilevanti new entry che vanno a comporre una platea di espositori di grande valore, tra soggetti pubblici e privati.
A partire dai Paesi esteri presenti, che vedono negli italiani un target di sicuro interesse: novità della nuova edizione sono il ritorno, dopo un’assenza di alcuni anni, dell’Andalusia, del Brasile e dell’Egitto, Paese che ha visto un 2019 in netta ripresa, registrando un aumento del 40% degli arrivi di turisti italiani. La partecipazione sarà una occasione per raccontare le mille sfaccettature della destinazione anche in vista di importanti eventi, quali l’inaugurazione del GEM – Grand Egyptian Museum e il trasferimento delle mummie dei Re dell’Antico Egitto da Tahrir al nuovo museo di Civiltà Al-Fustat. Importanti le new entry straniere alla nuova edizione di Bit, tra cui: lo stato indiano del Kerala, che si presenta a fianco dell’Ente Indiano Incredible India, Sarajevo e l’Ucraina. Buona la presenza dei Paesi nordafricani con, oltre l’Egitto, l’Algeria, il Marocco, la Tunisia. Presenti le mete a lungo raggio orientali preferite dai connazionali, come l’Indonesia, le Maldive, la Malesia, Mauritius, le Seychelles e la Thailandia, oltre a quelle caraibiche come Anguilla, l’arcipelago delle Bahamas, Cuba e la Repubblica Dominicana, che presenterà un’ampia offerta di attrazioni eco-turistiche e di progetti sostenibili volte ad attrarre anche turisti indipendenti e amanti dello sport. Anche il Centro e Sudamerica registrano una presenza massiccia: alla new-entry Brasile, si affiancano Cile, Guatemala, Nicaragua, Perù e Uruguay. Per menzionare altri Paesi di spicco, le Isole Canarie, Cipro, la Croazia che presenterà in particolare Rijeka (Capitale della Cultura 2020), la Giordania, Israele, la Moldavia, il Nepal, la Polonia, lo Sri Lanka, la Regione Spalatino Dalmata, la città di Smirne. Il taglio internazionale della manifestazione lo si evince non solo dai Paesi ospitati, ma anche per il calibro dei buyer selezionati e invitati direttamente da Fiera Milano: sono oltre 600 provenienti da 65 Paesi, in particolare da USA, India, Russia, Ucraina, Argentina, Brasile, Sud Africa.


A livello di incoming, secondo Eurostat, l’Italia si attesta quarta nella classifica europea, registrando dati di crescita in termini di numero di pernottamenti rispetto al 2018: si passa infatti da 429 milioni a 433 milioni nel 2019 (+0,9%). Il podio spetta alla Spagna con 469 milioni (+0,5% sull’anno precedente), la seconda posizione è occupata dalla Francia con 446 milioni (+0,8%), cui segue ora la Germania con 436 milioni di pernottamenti (+4% rispetto al 2018). Malgrado la perdita di una posizione, l’incoming italiano presenta numeri in aumento, un andamento positivo registrato anche da BitMilano che vanta l’importante ritorno della Regione Piemonte, oltre all’incremento nell’offerta delle destinazioni presentata dalle Regioni Veneto, Lazio, Liguria, Marche, Sardegna e Sicilia  che metteranno così in campo un numero maggiore di seller e una più ampia segmentazione dell’offerta, a dimostrare una più forte fiducia nella manifestazione. Presenti, come sempre, la Regione Lombardia, una conferma di grande valore in virtù del legame in essere con la città di Milano e tutto il territorio lombardo, ed Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Puglia, Toscana e Umbria. Tra le novità, alcuni territori che hanno deciso di enfatizzare la loro visibilità e rafforzare la partecipazione la partecipazioni diretta: Pompei, Maratea, Polignano a Mare e La Maddalena, oltre a Favignana, San Vito Lo Capo, Erice e Castellammare queste ultime attraverso il consorzio West Sicily.

Roberta Garibaldi

L’agenda degli appuntamenti in fiera è ricca: un fitto calendario propone ai partecipanti un percorso di fruizione completo. Gli approfondimenti e i dibattiti toccheranno principalmente quattro aree tematiche: Formazione, Tecnologia, Hot Topics, Turismo enogastronomico. Tra i diversi appuntamenti inerenti a questo ultimo argomento – sempre più leva trainante per l’incoming italiano – di sicuro interesse il Rapporto sul Turismo Enogastronomico Italiano 2020 (10 febbraio, ore 11,00, Sala Red) realizzato dalla docente bergamasca Roberta Garibaldi: durante il dibattito verranno presentati analisi, dati, ricerche inedite e contributi di autorevoli esperti.

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia