Decisione storica

Bloccato il supplemento sui trolley Ryanair e Wizz Air a bocca asciutta

Bloccato il supplemento sui trolley Ryanair e Wizz Air a bocca asciutta
Cronaca 01 Novembre 2018 ore 12:43

La regola del bagaglio a mano a pagamento sarebbe dovuta scattare oggi sugli aerei di Ryanair e di Wizz Air. Invece no: l’Antitrust l’ha vietata. Non uno stop definitivo, ma solo un provvedimento cautelare, una sospensione, in attesa che l’Autorità garante della concorrenza e del mercato si pronunci nel merito. Intanto però il supplemento sui trolley non si paga.  Nel motivare il suo intervento, l’Antitrust dice che il costo di trasporto del bagaglio a mano «dovrebbe essere ricompreso nella tariffa standard». Invece, pretendere «un supplemento per un elemento essenziale del contratto di trasporto aereo, quale il bagaglio a mano, fornisce una falsa rappresentazione del reale prezzo del biglietto e vizia il confronto con le tariffe delle altre compagnie, inducendo in errore il consumatore». La decisione è rilevante soprattutto per Ryanair, una delle compagnie aeree più attive in Italia. In sintesi, l’Antitrust ha ordinato a Ryanair di offrire gratuitamente ai propri clienti la possibilità di portare un bagaglio a mano “regolare”, da imbarcare o a bordo o in stiva.

 

 

Nelle scorse settimane, Ryanair aveva stabilito che a partire dall’1 novembre la tariffa standard dei biglietti avrebbe incluso la possibilità di portare con se un unico bagaglio a mano di dimensioni molto ridotte, da poter infilare sotto il sedile. Per portare a bordo un secondo bagaglio a mano – come i trolley, quelli che le altre compagnie di norma imbarcano gratuitamente – era previsto un sovrapprezzo fra 8 e 10 euro. Ryanair aveva spiegato che la nuova policy avrebbe reso l’imbarco di passeggeri e bagagli più rapido e diminuito i ritardi. Contattata dal Corriere della Sera, Ryanair ha detto che intende fare ricorso contro la decisione di ieri, perché «l’Antitrust non può decidere su questioni che riguardano la sicurezza aerea o la puntualità dei voli».

Cinque giorni di tempo. Ryanair ha cinque giorni di tempo per adempiere alla decisione: secondo l’Antitrust dovrebbe quindi «mettere gratuitamente a disposizione dei consumatori, a bordo o in stiva, uno spazio equivalente a quello predisposto per il trasporto dei bagagli a mano nell’aeromobile». Cioè la cappelliera.  Le nuove misure sono state introdotte in tutto il mondo ma la decisione dell’Antitrust vale solo per il territorio italiano.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli