la criticità

Carenza di personale al Tribunale, presentata un’interrogazione parlamentare

Il documento, rivolto al Ministro della Giustizia chiede anche che ci si adoperi «per l'assegnazione dell'edificio della Maddalena al Tribunale di Bergamo e, per garantire l'esecuzione dei lavori di ristrutturazione, di stanziare i fondi necessari anche tramite ricorso al Recovery Fund»

Carenza di personale al Tribunale, presentata un’interrogazione parlamentare
Bergamo, 22 Ottobre 2020 ore 12:39

Il Tribunale di Bergamo dal 2019 è stato dichiarato «sede disagiata». Le carenze di organico amministrativo sono note da tempo, tanto che al momento sono coperti «soltanto 96 dei 140 posti previsti in pianta organica, con una scopertura reale media superiore al 47 per cento, con massimi del 61 per cento relativamente ai funzionari e dell’83 per cento relativamente ai direttori».

Per questa ragione, al termine del convegno organizzato al Centro Congressi con le rappresentanze degli avvocati, dei magistrati e del personale amministrativo, è stata inviata al Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede un’interrogazione parlamentare nella quale si chiede di «intervenire con urgenza per colmare i vuoti organici, sia di magistrati che di amministrativi, dotare gli uffici di nuova strumentazione che consenta anche il pieno svolgimento del lavoro in maniera efficiente e moderna», oltre che di «adoperarsi per l’assegnazione dell’edificio della Maddalena al Tribunale di Bergamo e, per garantire l’esecuzione dei lavori di ristrutturazione del medesimo edificio, di stanziare i fondi necessari anche tramite ricorso al Recovery Fund».

Nello specifico, il documento evidenzia come «per quanto riguarda il personale di magistratura mancano 9 giudici su una pianta organica di 43 e è parimenti critica la situazione del Giudice di Pace, che presenta 17 posti vacanti su una previsione di organico di 21 Giudici; del Giudice di Pace di Grumello del Monte, ove mancano tutti e 2 i Giudici previsti dalla pianta organica e del Giudice di Pace di Treviglio, dove non ci sono 2 dei 4 Giudici previsti. A ciò si aggiunga il fatto che la pianta organica prevista è persino sottostimata rispetto alle necessità di questo Tribunale, che in Italia è al decimo posto per bacino di utenza ed al tredicesimo per affari sopravvenuti».

Le criticità sono state denunciate in più sedi e occasioni, tanto che lo scorso 28 gennaio il Sottosegretario di Stato del Ministro della Giustizia, l’onorevole Vittorio Ferraresi, aveva assicurato che si sarebbe adoperato con concorsi e scorrimenti di graduatorie finalizzati a colmare il vuoto di dipendenti aggravato dai pensionamenti. «Gli effetti della pandemia, che si è abbattuta in modo preponderante sul circondario del Tribunale di Bergamo rendono ancor più evidenti i limiti di questo sistema, tenuto anche conto che il carico giudiziario di questo Tribunale è prevedibilmente destinato ad aumentare – si legge in un passaggio dell’interrogazione -. Per di più le risorse umane attualmente in servizio, seppure animate da grande abnegazione, ma già ora provate dalla cronica carenza di organico, non saranno in grado di far fronte all’aumento del carico di lavoro, così che sarà inevitabile il prolungarsi dei tempi per la definizione dei procedimenti, con grave pregiudizio per i cittadini colpiti dalla denegata giustizia».

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia