Menu
Cerca
(dis)organizzazione

Che impresa, per il personale del Papa Giovanni, prenotare la vaccinazione anti-Covid!

Un dipendente ci scrive: «Avrebbero potuto organizzare il tutto in ordine alfabetico o per reparti. Invece no: hanno preferito istituire un numero fisso, pare con soli due operatori attivi». E c'è chi ci ha provato addirittura novanta volte

Che impresa, per il personale del Papa Giovanni, prenotare la vaccinazione anti-Covid!
Cronaca Bergamo, 05 Gennaio 2021 ore 18:53

Sono iniziate oggi le vaccinazioni anti-Covid all’ospedale Papa Giovanni. A doversi sottoporre alla profilassi, ovviamente, tutto il personale sanitario della struttura e anche i medici di famiglia, i pediatri e altro personale medico “esterno” alla struttura. Complessivamente, oltre ottomila persone. Intanto, però, si parte dal personale dell’ospedale. E proprio un dipendente della struttura ci ha scritto per criticare un po’ il modo in cui è stato organizzato il sistema per prenotare la vaccinazione.

Ok non essere organizzati e puntuali come gli svizzeri, ma la questione vaccini a Bergamo può essere ribattezzata “ufficio complicazioni affari semplici”.

L’ospedale Papa Giovanni XXIII, fulcro e protagonista della lotta alla pandemia da Covid, conta più di 3500 dipendenti tra operatori, medici e tutte le professioni sanitarie che lavorano all’interno di una siffatta macchina ospedaliera.

A rigor di logica, per rendere fruibile in modo celere l’agognato vaccino, i piani alti del HPG 23 e di Regione Lombardia avrebbero potuto organizzare il tutto in ordine alfabetico o per reparti. Semplice no?

E invece no: hanno preferito istituire un numero fisso, pare con soli due operatori attivi, che tutto il personale deve chiamare obbligatoriamente per prenotarsi, dall’infermiere al primario senza distinzione di gradi, livelli o categorie. I dipendenti sono stati avvisati settimana scorsa tramite mail che il numero sarebbe stato attivato proprio oggi, il 5 gennaio.

È quasi scontato dire il delirio che un modus operandi di questo tipo ha scatenato e c’è chi ha provato a prendere la linea per più di 45 volte dal fisso e altrettante dal proprio cellulare. Oltre il danno la beffa: fino a oggi scampati al virus, nulla possiamo contro l’elefante burocrazia, immortale e invincibile come sempre in Italia.