la tragedia del Badile

Chi era Matteo Cornago, il giovane studente d'ingegneria con la montagna nel cuore

È morto domenica insieme al compagno di cordata Giovanni Allevi, mentre stava scalando la parete nord-est della montagna, sul versante svizzero. Il giorno dopo avrebbe compiuto 25 anni

Chi era Matteo Cornago, il giovane studente d'ingegneria con la montagna nel cuore
Cronaca Sorisole e Ponteranica, 15 Settembre 2021 ore 10:26

Ieri sera una cinquantina di amici di Matteo Cornago si sono riuniti nel cortile dell’oratorio di Petosino per ricordarlo. Hanno acceso un falò e vi si sono seduti intorno. La maggior parte è rimasta ferma e in silenzio, ma c’è anche chi, trascorso un po’ di tempo, si è alzato per accendere un lumino, recitare una preghiera o esprimere un pensiero.

Matteo era un ragazzo scrupoloso, con la testa sulle spalle, generoso e dalle tante passioni. Gli mancavano pochi esami, poi si sarebbe laureato nella magistrale di Ingegneria meccanica all’Università di Bergamo. Lunedì, poi, per una beffa del destino, avrebbe compiuto 25 anni e ad attenderlo a casa per festeggiarlo, ci sarebbero stati gli amici e la famiglia, i genitori Edoardo e Simona, il fratello gemello Davide e le due sorelle.

Matteo Cornago, giovane istruttore del Cai, però è morto domenica, mentre insieme al veterinario Giovanni Allevi stava scalando in cordata la via Cassin, sulla parete nord-est del pizzo Badile, sul versante svizzero della montagna. Anche Giovanni è deceduto nell’ascensione. I due erano partiti sabato dal rifugio Sasc Furà, in Svizzera, con l’intenzione di arrivare al rifugio Gianetti, in Valmasino, nella provincia di Sondrio. Più o meno a metà della parete sono stati travolti da una scarica di sassi, precipitando per più di 300 metri.

Il giovane si era diplomato al liceo classico del Seminario di Bergamo. Accanto allo studio e all’amore per la montagna, Matteo coltivava la passione per l’Atalanta e per la chitarra classica. Era anche molto attivo all’interno dell’oratorio di Petosino, dove faceva parte del gruppo giovani e in passato aveva aiutato come educatore degli adolescenti, oltre che come animatore durante i Cre estivi.