Attenti a non esagerare però

I cibi perfetti per l’estate

I cibi perfetti per l’estate
24 Giugno 2019 ore 09:05

Spossati, pancia a terra, annientati. La prima relazione cui si pensa sono le alte temperature, arrivate all’improvviso, che abbattono corpo e spirito privandolo di tutte le energie: possibile. Oppure, seconda opzione, la causa è riferita a una carenza di zuccheri, e qui si cade in errore. Perché nella maggior partire dei casi, dicono gli esperti, si tratta invece di una perdita di sali e minerali, di liquidi in generale, per via di una aumentata sudorazione. Il ripristino adeguato di queste sostanze può essere favorito anche dalla dieta: leggera, senza troppe calorie, ma ricca di alimenti che contrastano con i loro buoni principi gli effetti dei primi caldi e pure di quelli perduranti.

 

 

Ce n’è per tutti i gusti. I cibi anti-caldo, che spaziano prevalentemente da frutta a verdure e spezie, sono in grado di accontentare tutti i palati, combinandosi, da soli o in compagnia, a gustose ricette. Senza trascurare l’adeguato apporto idrico, fondamentale per non andare incontro al rischio di disidratazione, il più probabile quanto le temperature sono alte, e agli effetti collaterali associati, fra cui aumento della frequenza cardiaca, secchezza delle fauci e della pelle, sbalzi di pressione.

Cosa mettere in tavola. Servono ingredienti semplici per preparare ricette dagli effetti benefici che rivitalizzano, purificano e rimineralizzano, supportando così la capacità dell’organismo di andare incontro all’estate senza subirne forti contraccolpi.

 

 

  • Qualche cappero: ne bastano pochi, una manciatina, per dare quel sapore in più ai vostri piatti. Senza contare che queste “bacche” sono benefiche anche quando si è un po’ giù di tono, infatti aggiunti all’insalata estiva, ad esempio, apportano una buona quantità di antiossidanti, calcio, magnesio e sodio, contribuendo pure a stabilizzare la pressione.
  • Pomodori. Costoluti, cuore di bue, ciliegino, pachino, Rosa di Berna, Black Cherry, San Marzano: qualsiasi qualità scegliate, tradizionale o una variante, sono perfetti in tutte le vesti. Mangiati da soli o in compagnia di insalata fresche con olive, uova sode e tonno. Aiutano a riempirsi di calcio, liquidi e minerali. Con “moderazione”, almeno se ci tenete alla linea, è possibile abbinarli anche alla caprese, mozzarella di bufala prevalentemente, che è benefica per le sostanze che offre, tra cui calcio, sodio e sali minerali. Ma non lasciatevi ingannare, non è altrettanto buona per la linea, contrariamente a quanto si pensa: non è un piatto leggero e va evitato da chi è a dieta o dagli ipertesi.
  • Asparagi. Cotti e poi conditi con olio e limone, o crudi in insalata, o parte di un pinzimonio misto, oppure le punte crude e/o saltate in padella e servite come contorno. Gli asparagi sono un alimento rimineralizzante, ricco di acido folico. Lessati hanno un effetto ancora più diuretico e sono un ottimo energizzante per gli sportivi. Anche e soprattutto in questa stagione in cui correre fa spendere più risorse e fatica.
  • Cetrioli. A parte il gusto, che dare qualche problema di digestione, si tratta di un ortaggio che sorprende per le sue proprietà: è infatti ricco di acqua, con una benefica azione rinfrescante e depurativa che favorisce l’eliminazione delle tossine e l’attività dei reni. Il cetriolo, inoltre, con pochissime calorie apporta vitamine A, del gruppo B, C, potassio, ferro, calcio, iodio e manganese. È adatto anche a chi si vuole mantenere in forma in estate ed è perfetto per la preparazione di centrifughe o estratti di verdura in abbinamento ad altri ortaggi, ad esempio sedano e carota. Sempre con effetti detox e vitaminici.
  • Scaglie di parmigiano. Sono golose, stuzzicanti per apertivi o il classico happy hour, e si fanno gustosamente mangiare anche in uno spuntino. Il grana padano è prezioso per l’intero benessere, ottima fonte di calcio, fosforo, potassio, vitamine e di molto altro. Insomma, in questa stagione, e non solo, meglio 20 grammi di parmigiano stagionato al posto del gelato, ricco di zuccheri, o di altri snack preconfezionati, pesanti in grassi e calorie.
  • Spezie. C’è l’imbarazzo della scelta: basilico, salvia e timo profumano di bontà i piatti, anche in termine di qualità nutrizionale, offrendo soprattutto minerali e polifenoli.
  • Frutta di stagione. Non può mancare. Sono tante le qualità anti-caldo di cui si può approfittare: ciliegie, ricchissime di minerali e ferro, cocomero, melone e pesca, ottime per dei cocktail di frutta solidi, in macedonia, o liquidi in frullati. Ma con una raccomandazione: non esagerare, perché comunque la frutta è ricca di zuccheri. E se si va di ingordigia si potrebbero ottenere effetti contrari.
  • Acqua. Molta e nell’arco dell’intera giornata, pari ad almeno 1,5-2 litri, dilazionando le quantità e i bicchieri senza picchi.
Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia