Cronaca
Una rassegna di bufale

Cinque notizie che non lo erano Esselunga mica chiude di domenica

Cinque notizie che non lo erano Esselunga mica chiude di domenica
Cronaca 23 Luglio 2015 ore 13:42

 

1) Sventato un piano per rapire Emma Watson

L'attrice di Hollywood Emma Watson, diventata famosa per la saga di Harry Potter, sarebbe stata la potenziale vittima di un gruppo di malviventi, che avrebbero progettato un piano per rapirla. La venticinquenne si trova a Londra negli Shepperton Sudios, dove sta girando il suo nuovo film La bella e la bestia, ma, secondo quanto riportato, le riprese avrebbero rischiato di interrompersi.

Due uomini, addetti alla pulizia all'interno degli studi cinematografici, pare siano stati ascoltati da un tassista mentre escogitavano il modo di rapire l'attrice, con l'intenzione poi di rilasciarla solo sotto condizione di un ingente riscatto. I potenziali rapitori durante il viaggio in taxi avrebbero parlato tranquillamente nella loro lingua madre, ma il tassista, proveniente come loro dall'est Europa, avrebbe compreso tutto, riferendo poi l'accaduto alle forze dell'ordine.

La storia è stata raccontata dal Sun, ma poche ore dopo è arrivata la smentita di Emma Watson, che interrogata sull'accaduto ha dichiarato: «La storia è stata approfondita dalla produzione ed è risultata infondata e falsa». La conferma delle sue parole è arrivata anche dalla polizia londinese che ha aggiunto: «A noi non è pervenuta alcuna segnalazione».

 

2) Il medico di Crocetta al telefono con il Governatore:
«La Borsellino deve morire, come il padre»

Una vera e propria bufera mediatica si è abbattuta in questi giorni sul Governatore della Regione Sicilia, Rosario Crocetta, di cui vi abbiamo parlato anche nei giorni scorsi. Il politico avrebbe ascoltato al telefono le parole gravissime del suo medico di fiducia, Matteo Tutino, che auspicava per Lucia Borsellino, figlia di Paolo, la stessa terribile fine del padre.

Nonostante l'Espresso abbia confermato quanto riportato nel proprio articolo, si sono susseguite in questi giorni le smentite della Procura e dei Nas, che hanno riascoltato tutti i nastri delle registrazioni relative all'indagine che coinvolge Matteo Tutino. Già il giorno stesso il capo della Procura di Palermo, Franco Lo Voi, aveva diffuso un comunicato stampa che lasciava ben pochi dubbi sulla vicenda: «Ritengo necessario precisare che agli atti di questo ufficio - si legge - non risulta trascritta alcuna telefonata tra il Tutino ed il Crocetta del tenore sopra indicato. Analogamente i carabinieri del Nas che hanno condotto le indagini nel suindicato procedimento hanno escluso che una conversazione del suddetto tenore tra i predetti sia contenuta tra quelle registrate nel corso delle operazioni di intercettazione nei confronti del Tutino».

 

3) L'anguria è trattata con prodotti velenosi

Ieri ho comprato un anguria e stamattina ho trovato questo schifo!!!! Sono sconvolta....ingeriamo ogni giorno veleno.... Ecco perché siamo tutti malati!!

Posted by Antonella Errante on Giovedì 16 luglio 2015

Diversi blog che trattano di tematiche alimentari e si preoccupano soprattutto di verificare la genuinità dei prodotti che finiscono sulle nostre tavole, hanno mostrato in questi giorni un'immagine pubblicata su Facebook. La fotografia, scattata da una donna, mostra un'anguria coperta da uno strato di schiuma bianca, accompagnata da moltissimi commenti di persone preoccupate e sconcertate.

Il post è stato condiviso decine di migliaia di volte e la conclusione finale, a cui sono giunti anche i blog che l'hanno mostrato, sarebbe che all'esterno o all'interno dell'anguria vi siano componenti chimici, probabilmente utilizzati durante la coltivazione. L'utente che ha lanciato la denuncia non ha dubbi: «Ingeriamo ogni giorno veleno, ecco perché siamo sempre malati!». Anche in questo caso, come in altri trattati in passato, non c’entra nulla l’intervento dell’uomo: si tratta semplicemente di un processo di fermentazione, come mostrato ad esempio in questo video. La colpa è tutta dei batteri, che, se trovano una via d'ingresso nella buccia dell'anguria, cominciano un processo che produce gas e liquidi all'interno, con conseguente formazione di schiuma. Lo stesso processo viene utilizzato per la produzione di una particolare birra in Russia, fatta proprio tramite la fermentazione dell'anguria.

 

4) Dimezzando lo stipendio dei politici
si risparmierebbe 1 miliardo l'anno

Stipendio Parlamentari

Nei meandri dei social network ci sono immagini che diventano virali e sopravvivono a qualsiasi smentita, anche quando si tratta di verificare dei calcoli relativamente semplici. La questione etico-politica che riguarda i guadagni dei parlamentari è ormai un trend topic da qualche anno, in particolare da quando si è iniziato a parlare insistentemente di crisi, austerity, tagli della spesa e aumento delle tasse.

Su Facebook, dal lontano 2013, c'è un'immagine che spopola come manifesto della lotta agli stipendi d'oro, e con qualche numero, nemmeno troppo preciso, mostra un quadro di potenziale risparmio sugli stipendi dei parlamentari di oltre 1 miliardo di euro. In questi due anni il post ha raggiunto quasi 500mila condivisioni, a dimostrazione del fatto che molti credono a quanto viene riportato.

I calcoli però sono del tutto sbagliati, a prescindere dalla stima, abbastanza generica, che attesta ad ogni parlamentare una paga di 25mila euro mensili. Pur considerando valido questo numero, i conti non tornano comunque, perché anche diminuendo da 25mila a 10mila euro lo stipendio mensile, il risultato finale è ben diverso da quello riportato. Infatti basta moltiplicare 25mila euro per i 945 parlamentari e moltiplicare di nuovo il risultato per le 12 mensilità per arrivare ad una stima totale di circa 283 milioni di euro, ovvero il denaro speso dallo Stato (secondo questa stima grossolana) per retribuire deputati e senatori. Tagliando gli stipendi a 10mila euro si avrebbe una spesa di circa 113 milioni, e un risparmio per lo stato di circa 170 milioni l'anno. Questa cifra è ben lontana dai 1,3 miliardi stimati e, pur trattandosi di una bella somma, non risanerebbe certamente i conti dello Stato. Basti pensare che la sola finanziaria di quest'anno è costata 35 miliardi e che il debito pubblico ammonta ormai a più di 2000 miliardi.

 

5) Esselunga chiusa tutte le domeniche e i festivi
per permettere ai dipendenti di stare con la propria famiglia

20150722_103108_esselunga

Nelle ultime ore si è diffuso tra Facebook e Twitter un volantino, diventato subito virale, che conterrebbe le nuove direttive di Esselunga sui giorni di chiusura settimanali. Secondo quanto si legge, i supermercati del gruppo rimarrebbero chiusi tutte le domeniche e le festività, allo scopo di migliorare la qualità della vita dei propri dipendenti: «Invitiamo la gentile clientela – continua poi la comunicazione - ad approfittare della domenica per riscoprire i valori della famiglia. Certi di vedervi ancora il lunedì, auguriamo a tutti una buona domenica».

Il volantino è naturalmente una bufala: basta una rapida occhiata al sito dell'azienda per consultare gli orari di ogni punto vendita. Come accade in molti negozi, in cui i dipendenti sono costretti a lavorare anche in orari e giorni insoliti, è probabile che ci siano diversi lavoratori scontenti, e uno di loro potrebbe aver scelto questo mezzo per manifestare il proprio dissenso, raccogliendo forse più successo di quanto sperato.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter