Una rassegna di bufale

Cinque notizie che non lo erano La ricetta della Nutella non cambia

Cinque notizie che non lo erano La ricetta della Nutella non cambia
17 Novembre 2017 ore 03:30

 

1) Putin: «Se l’Italia non si qualifica, pronto ad annullare il mondiale»

E’ UFFICIALE!
MASSIMA CONDIVISIONE!

Pubblicato da Laydo.eu – Nuova Edizione su Lunedì 13 novembre 2017

La nazionale di calcio italiana ha clamorosamente mancato la qualificazione ai prossimi mondiali di Russia 2018, un evento che era accaduto soltanto una volta nel 1958. I giorni precedenti alla doppia sfida sono stati carichi di tensione ma l’ottimismo dei tifosi non ammetteva un fallimento di tale portata. Vladimir Putin, spesso ritratto sul web come amico degli italiani, avrebbe addirittura minacciato di annullare il mondiale in caso di mancata qualificazione della nostra nazionale. Si trattava ovviamente di una bufala, il leader russo non ha mai fatto dichiarazioni del genere e, purtroppo per noi, il mondiale russo si svolgerà senza la squadra quattro volte campione del mondo.

 

2) Papa Francesco beve e festeggia con donne africane

Le posizioni decise di Papa Francesco sul tema dell’immigrazione non sono sempre state accolte con apprezzamenti, soprattutto da alcuni schieramenti politici. Come accade purtroppo in questi casi, la figura del Santo Padre è stata quindi spesso oggetto di bufale a carattere diffamatorio, come quella che è stata diffusa in questi giorni. Un video, condiviso sui social, mostrerebbe Papa Francesco «bere, festeggiare e ballare con delle africane», con un atteggiamento che viene giudicato poco consono alla sua figura. Il video però è molto confuso, e dopo alcune ricerche il sito specializzato Bufale.net ha scoperto che è stato girato durante una festa in maschera, che si è svolta in Colombia in occasione di Halloween. L’uomo che viene mostrato non è quindi il Papa, ma soltanto un uomo che indossa un costume simile alla tonaca papale.

 

3) La ricetta della Nutella sarà cambiata

Embed from Getty Images

La Nutella, creata da Ferrero, è sicuramente uno dei prodotti italiani più famosi nel mondo, in grado di far innamorare milioni di golosi, senza distinzioni geografiche. La notizia di un possibile cambio della ricetta, che si è diffusa sul web in questi giorni, ha preoccupato moltissimi fan, scatenando addirittura in alcuni casi una corsa per acquistare gli ultimi barattoli prodotti con la formula originale. L’azienda è dovuta intervenire, rassicurando i clienti sulla situazione e spiegando che non c’è stato in realtà nessun cambio degli ingredienti. L’unica variazione riguarda l’aumento nell’utilizzo del latte in polvere, rispetto al siero di latte, che passa dal 6,6 per cento all’8,7 per cento, senza però modificare in alcun modo il gusto, la consistenza o l’aspetto della Nutella.

 

4) Ostia, alla manifestazione antimafia i grillini insultano i giornalisti

L’aggressione al giornalista di La7 ad opera di un esponente del clan Spada ha scatenato le reazioni di media e cittadini, che sono scesi in piazza proprio ad Ostia per far sentire la propria voce. Secondo quanto scritto da alcuni giornali, durante il corteo alcuni attivisti del Movimento 5 Stelle avrebbero insultato i giornalisti, invece che indirizzare la propria indignazione nei confronti dei clan che controllano il territorio. Il blogger David Puente ha ricostruito la vicenda, in particolare riportando un video girato dal sito Fanpage.it, che mostra un’altra situazione, in cui un ragazzo contesta i giornalisti proprio perché darebbero troppo spazio ai politici del Movimento 5 Stelle, aiutandoli nella loro “propaganda”.

 

5) «Siamo il corriere, abbiamo bisogno dei suoi documenti»

NON regaliamo a cuor leggero copie dei nostri documenti d’identità. Se possibile accertiamoci a chi forniamo questo enorme vantaggio. #essercisempre

Pubblicato da Commissariato di PS Online – Italia su Martedì 7 novembre 2017

La Polizia di Stato è ormai specializzata anche nello scovare le truffe online ed è presente sui social network per cercare di mettere in guardia i cittadini in maniera tempestiva. Tramite la sua pagina Facebook si è occupata in questi giorni di una truffa messa in atto tramite SMS e che mira a sottrarre i dati sensibili dei meno attenti. I malintenzionati inviano un messaggio identificandosi come corrieri dell’azienda GLS e chiedendo una copia del documento d’identità da allegare ad un contratto. Come sempre in questi casi, il consiglio delle autorità è quello di non fornire mai dati personali con leggerezza.

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia