Dritte e consigli

Come si guida quando nevica

Come si guida quando nevica
07 Febbraio 2015 ore 09:25

Quando durante l’inverno le temperature scendono fin sotto lo zero, è molto facile, soprattutto in quelle zone che si trovano a diversi metri d’altezza sopra il livello del mare, che la pioggia si trasformi in soffici fiocchi bianchi. Per un istante, mentre si guarda la neve che inizia a imbiancare il paesaggio, i ricordi infantili hanno la meglio su qualsiasi altra preoccupazione e chiunque ricorda i tempi in cui la neve era salutata come vera e propria novità che rompeva l’uggiosità delle giornale invernali.

Ma bastano pochi istanti per cancellare i «giovanil sospiri» e ricordarsi che la neve, in realtà, è un vero e proprio incubo, soprattutto se si deve viaggiare per lavoro o se sono frequenti gli spostamenti da fare durante la giornata. Il traffico cittadino va letteralmente in tilt, tutto sembra bloccato e servono molta molta accortezza e intelligenza nel guidare la propria macchina con questa particolare condizione atmosferica. Per questa ragione, elenchiamo di seguito qualche buona norma, dettata anche dal semplice buon senso, da tenere a mente quando ci si mette al volante dopo (o durante) una nevicata.

Avvertenza. Con la neve, in un certo senso, è necessario giocare d’anticipo e in questo, ogni cittadino, è aiutato anche da una legislazione che obbliga a farlo. Quando l’inverno si avvicina, in molte regioni del nostro paese sono obbligatorie, dal 15 novembre al 15 aprile, le dotazioni invernali. In sostanza, o si montano le cosiddette gomme invernali oppure si devono avere sempre a portata di mano le catene da neve. È importante ricordare a chi sceglie questa seconda opzione che le gomme estive non hanno una buona aderenza al terreno né quando le piogge sono abbondanti né tantomeno con qualsiasi livello di neve presente sulla carreggiata.

 

 

Pulire l’auto. Prima di mettersi al volante – può sembrare una cosa molto banale e stupida da dire – è necessario pulire il più possibile l’auto da tutta la neve che con il tempo si è depositata sopra la carrozzeria. Utilizzando appositi strumenti (o anche una banalissima scopa), occorre ripulire il tetto dell’auto: in questo modo si evita che blocchi di neve cadano in strada durante il tragitto e creino disagio alle macchine dietro la nostra. Per quanto riguarda il parabrezza, non basta pulire solo il lato del guidatore, ma, con pazienza, bisogna fare in modo di avere l’intera visuale libera su tutti i lati. Inoltre è utile tenere sempre sotto controllo il livello del liquido lavavetri aggiungendo eventualmente dell’antigelo.

 

 

Partenza e andatura. Può succedere che alla partenza le ruote slittino un po’. Per questo, molti consigliano di innestare la seconda invece della prima e “lavorare di frizione”. Una volta in strada occorre tenere andature ridotte, in modo da esser pronti a dover reagire contro qualsiasi imprevisto. Per rallentare, invece, è meglio scalare marcia piuttosto che frenare. Se si schiacciano i freni occorre farlo dolcemente, mentre in caso di frenata brusca o  di emergenza è meglio “pestare” forte sul pedale in modo da fare intervenire l’Abs, che sfrutterà al massimo l’impianto frenante senza bloccare le ruote.

 

 

Movimenti dolci. Soprattutto con questa particolare condizione atmosferica è necessario tenere un’adeguata distanza di sicurezza. In molti, pur di non rischiare, consigliano di abbondare nelle metrature da tenere tra un’auto e l’altra, anche perché i tempi di frenata aumentano notevolmente in caso di neve. Inoltre, una volta in strada è consigliato mantenere  un’andatura dai movimenti dolci, prudenti e mai improvvisi. In un certo senso è richiesta anche una doppia dose di concentrazione, infatti, quando nevica non bisogna preoccuparsi solo della propria guida ma anche delle possibile mosse degli altri veicoli che possono rendersi pericolosi.

 

 

Ghiaccio. In caso di ghiaccio la situazione si complica ancora di più. Se già con la neve l’aderenza al terreno non è un granché, con l’asfalto ghiacciato è praticamente nullo. Il pericolo maggiore si incontra non tanto sui rettilinei, quando basta mantenere l’auto con le ruote dritte, ma in caso di curve o frenate improvvise. Se ci si accorge della presenza di ghiaccio sull’asfalto, il consiglio è di procedere, per quel breve tratto, ad un’andatura a passo d’uomo.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia