Report di martedì 7 aprile

Come sta andando la pandemia di Coronavirus nel mondo

Come sta andando la pandemia di Coronavirus nel mondo
07 Aprile 2020 ore 19:16

Martedì 7 aprile 2020

di Martino Ongis e Michele Venturini

WORLD. Il pianeta viaggia verso un milione e mezzo di contagiati ufficiali, più di 75 mila decessi, e 275 mila persone che sembrano essere guarite. Per la prima volta dall’inizio della pandemia, la Cina non registra nessun decesso causato da CV-19, anche se il numero di casi asintomatici continua ad aumentare. In Corea del Sud a ogni cittadino in quarantena verrà chiesto di indossare un braccialetto elettronico che permetta di tracciarne i movimenti. A Tokyo, le autorità non sono ancora riuscite a tracciare la provenienza di più del 90 per cento delle infezioni. India preoccupata per il mantenimento delle misure imposte dal governo: secondo un sondaggio, il 42 per cento della popolazione non ha abbastanza viveri per la giornata, figuriamoci per il periodo di quarantena che sarebbe necessario. Secondo un report trapelato dalle Nazioni Unite, CV-19 potrebbe uccidere fino a due milioni di persone in Bangladesh. Numero di decessi per CV-19 in forte aumento in Indonesia, che ha perso anche 24 dottori. Il premier canadese Justin Trudeau ha annunciato ai cittadini di aspettarsi che il periodo di quarantena «duri settimane o mesi». Il Marocco comunica l’obbligo di indossare la mascherina per tutti gli spostamenti, mentre l’Arabia Saudita impone il coprifuoco nelle sue principali città, e manda in Italia dieci tonnellate di materiale sanitario. Sei nuovi casi registrati in territori palestinesi, per un totale che supera i 260, mentre i decessi in Israele toccano quota sessanta. Ad Abidjan, capitale economica della Costa d’Avorio, la popolazione distrugge un centro di controllo per CV-19 per paura che diventi troppo contagioso. In Islanda, uno studio su un campione rappresentativo della popolazione rivela che solo lo 0.6 per cento sembra aver contratto CV-19.

EUROPA. Si aggravano le condizioni del premier britannico Johnson, portato in terapia intensiva al St. Thomas Hospital di Londra. Secondo un portavoce, le sue condizioni sono stabili e non sembra essere in pericolo di vita. Nel Regno Unito anche Michael Gove, Cancelliere del Ducato di Lancaster e ministro dell’Ufficio di Gabinetto, si è messo in isolamento. L’Olanda registra 234 morti nelle ultime 24 ore, il numero più alto di decessi dall’inizio della pandemia. In Spagna tornano a salire i decessi ed i contagi, rispettivamente 743 e 5.478 in sole 24 ore. Secondo il dr. Julio García, uno dei maggiori esperti spagnoli di microbiologia e portavoce della Società Spagnola di Malattie Infettive e Microbiologia Clinica, «nessuno dei test rapidi testati in Spagna e provenienti dalla Cina contro il Covid-19 funziona». A Parigi scatta il divieto di fare attività sportiva dalle ore 10 alle 19. Nel frattempo, il primo ministro francese, Edouard Philippe, annuncia che le restrizioni dureranno oltre il 15 aprile. Angela Merkel, sulla domanda quando riaprirà il Paese: «Saremmo un cattivo governo federale se avessimo già stabilito una data». Oltre cento morti nelle ultime 24 ore anche in Svezia (591 totali), che alza il livello di allarme, mentre il ministro della salute norvegese annuncia: «Abbiamo l’epidemia sotto controllo». La Bulgaria vieta l’ingresso alle persone straniere provenienti da quasi tutti i Paesi al mondo. Il premier irlandese Varadkar, ex dottore, si iscrive alla lista di personale medico pronto ad affrontare l’emergenza CV-19.

ITALIA. Prosegue il trend positivo. «Finalmente si inizia a vedere una diminuzione del numero di nuovi casi», così il direttore del dipartimento malattie infettive dell’Istituto superiore di Sanità, Gianni Rezza. Oggi la crescita di 880 pazienti a livello nazionale è la più bassa dal 10 marzo. Sale però a 94 il numero di medici deceduti, 26 morti tra gli infermieri. Nelle prossime settimane saranno disponibili circa 650 milioni di mascherine, secondo Arcuri, commissario straordinario all’emergenza. Anche secondo uno studio dell’Università di Göttingen, il numero di contagiati in Italia sarebbe fortemente sottostimato, e ammonterebbe a oltre tre milioni di persone. Guido Bertolaso è stato dimesso dal San Raffaele di Milano. L’azienda DiaSorin ha annunciato di avere completato presso il Policlinico San Matteo di Pavia gli studi necessari al lancio di un nuovo test sierologico ad alto volume di processamento per rilevare la presenza di anticorpi nei pazienti. In Lombardia +791 positivi (ieri 1.089), per un totale di 52.325, + 282 decessi (ieri 297) per un totale di 9.484, diminuiscono di 81 unità (ieri -95) i ricoveri ospedalieri, per un totale di 11.833, e diminuiscono anche i pazienti in terapia intensiva, meno 38 con un totale di 1.305. I dati relativi a tutta l’Italia indicano invece +880 casi positivi (ieri +1.941) per un totale di 94.067, + 604 decessi (ieri 636) per un totale di 17.127, + 1.555 guariti (ieri 1.022) per un totale di 24.392.

STATI UNITI. Quasi undicimila i decessi accertati per CV-19. Annuncio dalla task force della Casa Bianca con volti che ogni giorno sembrano diventare sempre più stanchi e preoccupati: «Evitate i negozi di alimentari e le farmacie nelle prossime due settimane». Vendita di armi da fuoco che nel mese di marzo ha superato il precedente record del Paese: più di 2 milioni le pistole vendute e più di 3.7 milioni le richieste per un permesso d’acquisto. Un nuovo studio rivela come nello Stato di Washington, sede del primo outbreak nel paese, CV-19 era probabilmente già in circolazione da gennaio. Più di 160 i casi confermati di CV-19 tra doganieri e agenti di frontiera. A New Orleans, al momento uno dei poli più colpiti nel Paese, CV-19 ha già causato più vittime di quante non ne abbiano causate le armi da fuoco in tutto il 2019. In New Jersey, alcuni infermieri annunciano di aver ricevuto pressioni per tornare al lavoro nonostante risultino ancora positivi a CV-19. Nello Stato di New York, il governatore Andrew Cuomo annuncia che le multe per violazione di quarantena aumenteranno da 500 a 1.000 dollari. Cuomo ha anche detto che il 74 per cento delle persone ospedalizzate per CV-19 sono state dimesse. L’Ohio rivela di voler iniziare a testare campioni random della popolazione, in modo da poter ottenere indizi sull’estensione reale del virus. Preoccupazione che i tassi di obesità tra i più giovani crescano considerevolmente nel periodo di quarantena, data la forte forte correlazione tra aumento di peso e periodi passati fuori da scuola. Tensione in aumento tra i residenti di alcune cittadine degli Hamptons e di Martha’s Vineyard, luoghi di villeggiatura e seconde case di alcune delle persone più benestanti d’America; la paura principale, oltre a CV-19, è che le risorse locali non bastino a far fronte all’emergenza.

NEW YORK. Dottori e infermieri denunciano mancanza di protezione adeguata, la situazione viene descritta come «mandare pecore al macello». I decessi hanno superato quota 3.200 (731 solo nella giornata di ieri), superando il numero di vittime dell’11 settembre. In un periodo normale, 20-25 persone al giorno muoiono a casa a NYC. In questi giorni, il numero è tra i 200 e i 215. I decessi registrati per CV-19 tra persone che lavorano per il sistema di trasporti pubblico sono 33. I centri di cremazione e gli obitori in molti casi hanno già raggiunto massima capienza: la città considera di seppellire i corpi sul suolo pubblico. Nel centro di detenzione di Rikers Island ci sono stati cinque decessi legati a CV-19 e il virus si sta diffondendo a una velocità otto volte superiore a quella del resto della citt. Ford spedisce un milione di protezioni facciali alla città. La cattedrale di St. John the Divine, inclusa la cripta, verrà utilizzata come ospedale per accogliere almeno 200 persone durante la pandemia.

ECONOMIA. Secondo la stima fatta dal Censis, in sinergia con Confcooperative, all’Italia serviranno due anni per tornare ai livelli di PIL del Gennaio 2020. Secondo il l presidente del Bundestag, Wolfgang Schaeuble, gli Eurobond non sarebbero compatibili con la Costituzione tedesca. Secondo l’Associazione internazionale del trasporto aereo (IATA), nel settore sono a rischio 25 milioni di posti di lavoro. Il governo spagnolo annuncia che presto lancerà un reddito di cittadinanza permanente. Il Giappone introduce uno stimolo economico record per far fronte a quella che già nel Paese è la crisi economica più pesante dalla seconda guerra mondiale. Diversi esperti pensano che gli USA non sono «nemmeno lontanamente vicino” alla riapertura economica». Secondo un’analisi del Wall Street Journal, il virus ha già congelato il 25 per cento dell’economia statunitense. Janet Yellen, ex presidente della Federal Reserve, ha previsto un declino del PIL del 30 per cento, e annunciato che il tasso di disoccupazione attuale ha già raggiunto il 12-13 per cento. L’amministratore delegato di JP Morgan Chase, Jamie Dimon, predice l’arrivo di una grande recessione. Nonostante la pandemia, record di richieste negli USA per il visto lavorativo H-1B, anche se sono diversi i politici che spingono per sospenderli e dare i lavori disponibili ai cittadini americani. Amazon dona 8.200 computer portatili alle famiglie dei bambini di numerose scuole pubbliche e minaccia di licenziare tutti i dipendenti che non rispettano le nuove norme di distanza sociale. Apple annuncia che produrrà un milione di protezioni facciali a settimana per gli operatori sanitari.

VARIE. Secondo un gruppo di scienziati, in media solo il 6 per cento del reale numero di casi CV-19 è stato rilevato a livello globale. Non è ancora chiaro quali siano gli effetti del virus sulle persone asintomatiche, ma una ricerca rivela la presenza di anomalie ai polmoni anche tra coloro che non hanno esibito i sintomi espliciti del virus. Uno studio finlandese rivela che CV-19 può rimanere nell’aria dei supermercati per parecchi minuti. A Dubai, la polizia inizia a utilizzare un sistema di intelligenza artificiale per determinare se il viaggio di un cittadino è essenziale o meno. La scrittrice inglese J.K. Rowling rivela di aver sofferto di sintomi da CV-19, ma annuncia anche di essersi «pienamente ripresa». Il 18 aprile si terrà un grande concerto benefico, trasmesso online, a cui parteciperanno alcune delle più grandi star del Pop e del Rock: Paul McCartney, Lady Gaga (che ha già raccolto 35 milioni di dollari per la causa), Eddie Vedder, Stevie Wonder, Elton John e anche il nostro Andrea Bocelli. Bocelli terrà anche un concerto la sera di Pasqua nel Duomo di Milano, senza spettatori, ma con la possibilità di seguirlo in diretta mondiale su Youtube. Cancellato per la prima volta dalla seconda guerra mondiale l’evento golfistico dei British Open. La MotoGp rinvia il Gran Premio d’Italia e quello di Spagna, che si sarebbero dovuti correre rispettivamente il 31 maggio al Mugello e il 7 giugno al Montmelò. A Bologna l’idea di alcuni ragazzi di continuare a prendersi una birra al pub in compagnia… ma online. Dana White, leader della Ultimate Fighting Championship, organizzazione di arti marziali miste statunitense, starebbe preparandosi a far disputare gli incontri su un’isola deserta, per tutelare la salute degli atleti. Google lancia una news hub per aiutare a collezionare articoli sulla pandemia provenienti da fonte considerate affidabili.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia