Report di mercoledì 8 aprile

Come sta andando la pandemia di Coronavirus nel mondo

Come sta andando la pandemia di Coronavirus nel mondo
08 Aprile 2020 ore 19:34

Mercoledì 8 aprile 2020

di Martino Ongis e Michele Venturini

WORLD. Il mondo viaggia verso il milione e mezzo di contagi ufficiali. Più di 83 mila i decessi. Stati Uniti che ormai hanno sforato quota 400 mila contagi, doppiando la seconda nazione con più positivi, la Spagna, a quota 146 mila. Trump ha minacciato l’Organizzazione Mondiale della Sanità di essere “Cina-centrica” e di voler ritirare i fondi all’organizzazione, prima di ritrattare la sua posizione poco dopo. Superata quota 700 mila firme per una petizione finalizzata a ottenere le dimissioni del direttore generale dell’OMS. A Wuhan terminati tre mesi di lockdown – sono già 65 mila le persone che hanno lasciato la città. Il re saudita Salman annuncia di provvedere un trattamento per tutta la popolazione, incluse le persone senza un visto valido. L’OMS chiede di mantenere alta l’attenzione in Africa, dove si registrano più di 10 mila casi e oltre 500 decessi. L’Etiopia dichiara stato di emergenza nazionale. L’Egitto vieta i raduni per il ramadan. Record giornaliero di contagi in Russia, con un aumento di 1.175 casi nelle ultime 24 ore. Il Paese afferma che la frequenza di falsi negativi sui test che sta conducendo è almeno del 20-30 per cento. L’Iran supera quota quattromila vittime accertate per CV-19. Seicento i prigionieri liberati in Oman per paura che il virus si diffonda nelle prigioni. L’OMS annuncia di aver ricevuto dalla Nord Corea la notizia che il paese sta effettuando test e ha almeno 500 persone in isolamento, ma al momento non avrebbe nessun caso confermato di CV-19. In Messico confermati più di 2.400 casi. In Colombia la quarantena è stata estesa fino al 27 aprile. Il Brasile riporta il più alto numero di nuovi casi giornalieri registrato nel paese (+1.993, per un totale di 14.049). Trecentocinquanta i casi confermati a Cuba. Il numero di casi confermati in India supera quota 5 mila. Buone notizie dalla Nuova Zelanda, Paese che ha agito presto e con decisione e che ha registrato solo un decesso e sembra aver tracciato la maggior parte dei casi (1.160 confermati) tra i 4.8 milioni di cittadini. L’Australia riporta 5.750 confermati, con 45 decessi (2 per cento).

EUROPA. Superati i 750 mila casi nel continente. Il premier britannico Johnson rimane ricoverato in condizioni stabili. Secondo alcune proiezioni, il Regno Unito registrerà il maggior numero di decessi nel continente europeo. Capienza quasi raggiunta in un cimitero di Parigi, dove il personale annuncia: «Ci sono più morti di quelli che possiamo seppellire». Nella capitale francese vietata la possibilità di fare sport fuori casa durante il giorno. In Spagna, che annuncia una campagna di test di massa, torna a salire per il secondo giorno consecutivo sia il numero di decessi (757) che il numero dei nuovi contagi (6.180). Ieri, il numero di pazienti guariti in Germania ha superato quello dei nuovi casi. Ciononostante, negli ultimi due giorni i casi nel Paese sono tornati ad aumentare (oltre 4 mila al giorno), dopo quattro giorni consecutivi di calo. La Svizzera prolunga le misure di sicurezza fino al 26 aprile ma annuncia che diminuiranno gradualmente dal 27. L’Olanda riporta 147 nuovi decessi (2.248 totali). Continuano le contrattazioni nell’Eurogruppo per decidere quali misure adottare per la crisi pandemica. Mauro Ferrari si è dimesso dalla presidenza dell’ERC, il Consiglio europeo per la ricerca, dopo essersi detto deluso dal comportamento dell’Unione Europea. L’Istituto, a sua volta, ha risposto in una nota dicendo che Ferrari era già stato estromesso dopo un voto di sfiducia unanime.

ITALIA. Continua il calo di contagi e si continua a parlare di “Fase 2” sempre più imminente. Sale a 96 il numero di medici morti durante l’emergenza. Secondo le nuove norme, utilizzo delle mascherine in pubblico decretato obbligatorio in Toscana, Lombardia e Veneto. La procura di Bergamo ha aperto un’indagine contro ignoti che punta a far luce su quanto accaduto all’ospedale di Alzano. In una trasmissione su Facebook, organizzata dalla pagina “Coronavirus – Dati e analisi scientifiche”, l’infettivologo Massimo Galli, direttore del reparto di infettivologia dell’ospedale Sacco di Milano, dice che sarebbero circa un milione i casi di infezione da SarsCoV2 in Italia. L’Emilia Romagna mette a disposizione mille euro per ogni operatore sanitario impegnato nella crisi, per un totale di 65 milioni. A Milano ripartono i lavori per la quarta linea della Metropolitana. All’ospedale Buzzi del capoluogo lombardo è nata la figlia del “paziente 1”. A Caserta guarita una neonata di 3 mesi che aveva contratto il coronavirus. L’Italia chiude i porti, considerati “non sicuri” a causa dell’emergenza CV-19. A Bergamo si registrano +63 casi positivi, per un totale di 9.931. In Lombardia +1.089 positivi (ieri 791), per un totale di 53.414, +238 decessi (ieri 282) per un totale di 9.722, diminuiscono di 114 unità (ieri -81) i ricoveri ospedalieri, per un totale di 11.719, e diminuiscono anche i pazienti in terapia intensiva, meno 48 (ieri -38) con un totale di 1.257. I dati relativi a tutta l’Italia indicano invece + 1.195 casi positivi (ieri +880) per un totale di 95.262, +542 decessi (ieri 604) per un totale di 17.669, +2.009 guariti (ieri 1.555) per un totale di 26.491.

STATI UNITI. Chiamate ai servizi di assistenza telefonica che negli USA sono cresciute quasi del 900 per cento nelle ultime settimane, con la Casa Bianca che ha annunciato di essere preoccupata per la salute mentale di milioni di cittadini. Sono piu di 20 mila i pazienti CV-19 ad essersi ripresi, ma il Paese nelle ultime 24 ore registra il numero più alto di decessi dall’inizio della pandemia, con 1.939 morti. I dati che arrivano dal Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie confermano un dato registrato in altri Paesi: nei bambini CV-19 sembra apparire in forma più lieve che negli adulti. Allarme annunciato da un esperto di malattie infettive dell’istituto Johns Hopkins: «Gli USA hanno bisogno di più test per permettere all’economia di andare avanti». Secondo il chirurgo generale, nel Paese «avremo un concetto diverso di normale quando riapriremo». Trump ha annunciato che sta considerando l’idea di un secondo round di pagamenti diretti ai cittadini. Con quasi 140 mila casi confermati, New York State supera il numero di casi registrati in Italia, e rimane secondo solo alla Spagna. La California manda 100 ventilatori in New Jersey per fronteggiare l’emergenza; il governatore Murphy (Nj) annuncia: «Restituiremo il favore». Controlli di frontiera istituiti tra Texas e Louisiana. Una contea in Colorado annuncia 18 mesi di prigione per chiunque vi metterà piede dall’esterno. Più di 700 dipendenti a un ospedale di Detroit testati positivi a CV-19. A Los Angeles si registra il più basso tasso di inquinamento di aria al mondo, mentre la città apre a tutta la popolazione la possibilità di testarsi per CV-19. Almeno 100 gli assistenti di volo di American Airlines testati positivi al Coronavirus. Starbucks chiede a tutti i dipendenti di indossare protezioni facciali al lavoro.

NEW YORK. Annuncio dagli operatori di prima linea: «Non abbiamo idea del reale tasso di mortalità». Sono 12 i decessi per CV-19 nel corpo di polizia della città, che registra 2.228 casi totali di CV-19 e che ha il 20 per cento del personale a casa in malattia. Il celebre hotel di lusso Four Seasons si è reinventato in centro accoglienza per operatori sanitari. Numero di casi in forte aumento negli ospedali del Bronx, dove alcuni operatori sanitari hanno definito la situazione come una «zona di guerra». Central Park rimane molto affollato nonostante gli ordini in vigore.

ECONOMIA. Bloomberg stima che almeno un miliardo di persone al mondo siano state drasticamente impattate a livello professionale in conseguenza della pandemia. Goldman Sachs aggiorna anche le stime sul PIL 2020 della zona europea: -11,6 per cento per l’Italia, -9,7 per la Spagna, -8,9 la Germania, -7,4% la Francia; le suddette nazioni europee, secondo le previsioni, avranno un rimbalzo nel 2021: rispettivamente +7,9 la nostra penisola, +8,5 la Spagna e Germania, + 6,4 la Francia. Confindustria delle Regioni Lombardia, Veneto, Piemonte ed Emilia Romagna sottoscrivono un documento per mettere a tema un piano per la graduale riapertura delle attività aziendali; se «la salute è certamente il bene primario», si legge, «dobbiamo tuttavia essere consapevoli che all’emergenza sanitaria seguirà una profonda crisi economica: dobbiamo quindi essere in grado di affrontarla affinché non si trasformi in depressione e per farlo abbiamo bisogno innanzitutto di riaprire in sicurezza le imprese. Se le quattro principali regioni del Nord che rappresentano il 45 per cento del PIL italiano non riusciranno a ripartire nel breve periodo il Paese rischia di spegnere definitivamente il proprio motore». Tocca quota 1 trilione il piano per lo stimolo economico che il Giappone ha intenzione di introdurre per far fronte all’emergenza CV-19. Negli USA, causa un vertiginoso aumento della domanda, cresce il prezzo dei prodotti nei negozi di alimentari, dove in alcune aree i dipendenti sono già stati sostituiti da robot. La città di Austin, Texas, prevede una perdita di posti di lavoro che raggiungerà i numeri della Grande Depressione. Tesla riduce gli stipendi dei suoi dipendenti del 30 per cento. Il CEO e fondatore di Twitter, Jack Dorsey, dona un miliardo di dollari alla causa Coronavirus. La catena di pizzerie statunitensi Little Caesars annuncia di voler donare un milione di pizze ai lavoratori in prima linea per l’emergenza.

VARIE. I risultati di uno studio preliminare in Brasile suggeriscono che il tasso di mortalità per CV-19 tra persone trattate con idroclorochina – il farmaco che sembrava aver dato qualche risultato promettente – è uguale al tasso di mortalità tra persone a cui non è stato somministrato il farmaco. Alcuni ospedali in Svezia hanno smesso completamente di usare il farmaco. Una notizia relativamente incoraggiante arriva da alcuni team di studiosi in Cina: le trasfusioni di sangue da pazienti guariti da CV-19 a pazienti in gravi condizioni sembrano portare a miglioramenti significativi delle condizioni di quest’ultimi. Da uno studio emerge come l’inquinamento dell’aria sia correlato a più alti tassi di mortalità. Diverse istituzione culturali come musei e librerie hanno iniziato a raccogliere esperienze orali di persone durante la pandemia, per regalarle alla storia. Annuncio da associazioni di veterinari dalla Gran Bretagna: tenete i vostri gatti in casa. L’ex star dell’NBA Kareem Abdul-Jabbar dona 900 paia di occhiali protettivi ai reparti sanitari dell’università di Los Angeles. In India, a causa del lockdown, elefanti e macachi stanno invadendo le città. Per far fronte alla noia della quarantena, in Russia parte il trend di imitare un quadro famoso in una fotografia. Roma deserta in immagini: https://bit.ly/34iTeME. In una intervista concessa a più testate, Papa Francesco ha raccontato come vive la pandemia da Capo della Chiesa: «La mia preoccupazione più grande – almeno, quella che avverto nella preghiera – è come accompagnare il popolo di Dio e stargli più vicino». Per finire, una bella canzone di John Prine, storico cantautore americano deceduto ieri per COVID-19: https://spoti.fi/2Xk9gEl

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia