Report di lunedì 6 aprile

Come sta andando la pandemia di Coronavirus nel mondo

Come sta andando la pandemia di Coronavirus nel mondo
06 Aprile 2020 ore 19:08

Lunedì 6 aprile 2020

di Martino Ongis e Michele Venturini

WORLD. Casi ufficiali che nel mondo si avvicinano a 1,3 milioni di persone. Secondo il New York Times, dall’inizio della crisi epidemica ben 430 mila persone avrebbero viaggiato dalla Cina verso gli Stati Uniti. La Cina annuncia di aver venduto almeno quattro miliardi di mascherine a Paesi stranieri, mentre alcune agenzie di protezione dei diritti umani affermano che almeno 900 cinesi hanno ricevuto minacce per aver condiviso informazioni ed esperienze riguardanti CV-19. La Cina registra un nuovo aumento nel numero di casi, per lo più asintomatici. Centotrenta poliziotti a Hong Kong messi in quarantena dopo che un collega è stato trovato positivo a CV-19. Dalle Nazioni Unite appello perché si chiudano definitivamente i mercati di animali cinesi (da cui, secondo l’ipotesi scientifica più valida al momento, il virus si è inizialmente originato, passando da pipistrelli a pangolini o serpenti, prima di essere trasmesso agli umani). In Giappone il presidente Abe annuncia lo stato di emergenza su un’area molto vasta, che include Tokyo e Osaka. Il numero di nuovi casi in Sud Corea scende sotto i 50 per la prima volta dal 21 febbraio. Il Re del Marocco grazia 5.600 detenuti. In Egitto la Chiesa cristiana-copta decide di cancellare i riti della Settimana Santa. Il vicepresidente dell’Ecuador si scusa per i cadaveri abbandonati nelle case, senza che nessuno riuscisse a darvi degna sepoltura. Secondo il ministro della salute turco, il paese inizierà a distribuire cinque mascherine per ogni cittadino tramite richiesta online. L’Egitto riporta 103 nuovi casi, portando a 1.173 il numero di casi confermati nel Paese (78 decessi). L’Afghanistan – preoccupato per l’alto numero di cittadini che stanno rientrando dall’Iran e del fatto di avere solo 12 ventilatori a disposizione – registra per ora un totale di 367 casi, mentre il Kyrgyzstan 216. L’Iran, che ha superato i 60 mila casi confermati, afferma che la pandemia ha portato a relazioni «più ragionevoli e logiche» con gli Emirati Arabi. Preoccupazione per il forte aumento del numero di casi in Brasile (nuovo record giornaliero con 1.222 casi), dove alcuni medici annunciano che i numeri ufficiali stanno ignorando «una montagna di decessi», e dove il virus sembra aver raggiunto diverse favelas. Primi decessi per CV-19 confermati ad Haiti e in Etiopia, da dove un medico italiano lancia l’allarme: «Lì sarà un’ecatombe. Aiutiamoli». L’Etiopia registra uno dei più alti tassi di crescita per numero di casi in aumento, insieme a Indonesia e Bangladesh. Nel continente africano sono stati confermati quasi novemila casi, di cui più di 1.600 in Sud Africa. Il Kenya blocca tutte le strade (per auto, treni e aereo) che portano a Nairobi e ad altre tre regioni nel Paese. L’India chiude per la prima volta il suo sistema ferroviario in 167 anni, e annuncia che i treni diventeranno degli ospedali. Per ora sono quattromila i casi confermati nel Paese. Il presidente delle Filippine Rodrigo Duterte annuncia che donerà un mese del suo stipendio per aiutare la risposta a CV-19 e annuncia di estendere le misure di quarantena nel Paese fino al 30 aprile. Le Barbados accusano gli USA di aver bloccato il trasporto di ventilatori diretti al Paese. Paura per le popolazioni indigene del mondo, dal Brasile ai Nativi Americani negli USA.

EUROPA. Per la quarta volta nella storia, la Regina Elisabetta II si è rivolta alla nazione in un messaggio a reti unificate, chiedendo unità, autodisciplina, fratellanza e determinazione. Nel frattempo, il premier Britannico Boris Johnson è ricoverato in ospedale per l’aggravarsi dei sintomi CV-19, ma rassicura sul suo stato di salute, rimanendo a capo del governo. In Spagna il numero dei nuovi contagi scende sotto quota cinquemila per la prima volta in due settimane. L’Austria annuncia che dal 14 aprile inizierà a riaprire gradualmente le attività commerciali. La Germania supera quota 100 mila casi, mentre annuncia di aver condotto almeno un milione di test, di cui il 93 per cento è risultato negativo. La Francia riceve l’aiuto di 280 dottori dell’Arabia Saudita, mentre la Repubblica Ceca si prepara ad accogliere sei pazienti francesi. La Svezia annuncia di voler portare a 100 mila il numero di test entro le prossime settimane; nel frattempo lo stato scandinavo, uno dei pochi rimasti a non aver chiuso ristoranti e negozi, valuta l’adozione di misure più restrittive. L’Olanda supera i 18 mila casi (quasi 1.900 decessi).

ITALIA. Prosegue la discesa dei contagi e negli ultimi giorni anche dei decessi, si inizia a pensare alla “fase 2”, quella della prudente e graduale riapertura delle attività. Sale a 87 il numero dei medici morti a causa dell’epidemia. Nicola Magrini, direttore generale dell’Agenzia Italiana del Farmaco, si è sottoposto a tampone ed è risultato positivo al Coronavirus. Un uomo di 72 anni e una donna di 63 sono i primi pazienti dell’Ospedale Covid costruito alla Fiera di Milano. Dopo la Lombardia, anche la Toscana impone l’utilizzo di mascherine (in mancanza, di una sciarpa o un panno) per uscire di casa. A Firenze iniziata la consegna di un milione di mascherine alla popolazione. Allo Spallanzani di Roma i dimessi superano i ricoverati per la prima volta dall’inizio della pandemia. La Norvegia manda 19 dottori e infermieri per assistere il sistema ospedaliero italiano. Accordo tra Poste Italiane e Arma dei Carabinieri: i militari, su richiesta, sono disponibili a portare la pensione a 23 mila over 75. A Bergamo si registrano +103 casi positivi (ieri 124) per un totale di 9.815. In Lombardia +1.089 positivi (ieri 1.337), per un totale di 51.534, + 297 decessi (ieri 340) per un totale di 9.202, diminuiscono di 95 unità i ricoveri ospedalieri, per un totale di 11.914, +26 i pazienti in terapia intensiva, con un totale di 1.343. I dati relativi a tutta l’Italia indicano invece +1.941 casi positivi per un totale di 93.187, +636 decessi per un totale di 16.523, + 1.022 guariti per un totale di 22.837. Questa sera la trasmissione Report, alle ore 21.20, mostrerà il servizio indagine su uno dei temi più dibattuti e drammatici della crisi CV-19 in Italia: perché non è stata costituita la zona rossa a Bergamo. Il sindaco Raggi annuncia che da domani alla Stazione di Roma Termini saranno presenti dispositivi termoscanner per misurare la temperatura corporea dei viaggiatori in arrivo; presto – annuncia – saranno disponibili anche in altre stazioni ferroviarie. In un comune del Barese si fa la spesa per ordine alfabetico, come a Zanica (BG).

STATI UNITI. Il numero di casi confermati supera i 325.000, superando di circa 200 mila casi la Spagna, secondo Paese più colpito al mondo. I decessi hanno quasi raggiunto quota diecimila. In questo momento, gli USA registrano più casi di tutti i 27 paesi dell’Unione Europea messi insieme. Tre su quattro ospedali nel Paese hanno almeno un caso confermato di CV-19. Il direttore dell’Istituto Nazionale di Allergie e Malattie Infettive, Anthony Fauci, ha affermato che «sarebbe dire il falso dire che abbiamo il coronavirus sotto controllo». Secondo il chirurgo generale, la prossima sarà la settimana «più dura e più triste», e l’ha paragonata a Pearl Harbor e all’11 settembre. Il centro di prevenzione e controllo delle malattie ordina che le morti per sintomi legati a CV-19 considerate «probabili» o «non confermate» vengano registrate come decessi da CV-19. Come per Italia, Spagna, e Francia, inizia a emergere evidenza rispetto a un ampio numero di decessi che non rientrano nelle statistiche ufficiali, provenienti per la maggior parte da case di riposo. Preoccupazione per il sistema postale, che annuncia che potrebbe chiudere entro giugno in mancanza di un ulteriore stimolo economico. Almeno il 36 per cento degli americani ha affermato che la pandemia ha avuto un impatto severo sulla loro salute mentale. Preoccupazione forte anche per le persone che ancora stanno lavorando nelle miniere in West Virginia, che secondo gli esperti potrebbero diventare focolai da CV-19. La Florida raccomanda ai suoi cittadini di mantenersi ad almeno un alligatore di distanza l’uno dall’altro. Il governatore di New York Andrew Cuomo annuncia che lo Stato non e’ ancora pronto per il picco di casi previsto. New York ha testato fino ad ora 302.280 persone, di cui più di un terzo (122.031) sono risultate positive a CV-19 (55 per cento uomini). Gli artisti musicali Jay-Z e Meek Mill donano più di 100 mila mascherine alle prigioni per prevenire un’ulteriore diffusione del virus.

NEW YORK. Ospedali della città sotto estrema pressione, con code per ricoveri che in diversi Pronti Soccorso raggiungono le quattro o cinque ore. Secondo il dipartimento di sanità della città, nei prossimi giorni molti operatori devono prepararsi a lavorare senza protezioni. Le morti giornaliere per CV-19 hanno di gran lunga superato quelle per cancro e problemi cardiaci, diventando di fatto la prima causa giornaliera per numero di decessi. Il segretario della difesa Mark Esper ha annunciato che il nuovo ospedale in costruzione nel centro congressi Javits Center, a Manhattan, sarà il più grande ospedale di tutti gli USA. Duecentocinquantamila mascherine N95 in arrivo per le persone che lavorano nei servizi di trasporto pubblico. Alcune agenzie investigative private si stanno facendo assumere per difendere le residenze dei cittadini più abbienti con guardie armate. American Airlines annuncia che ridurrà il traffico di aerei da e verso la città del 95 per cento.

ECONOMIA. Un rappresentante delle Nazioni Unite per i Paesi in via di sviluppo afferma che nel continente Africano la pandemia corrisponderà con un “collasso completo” delle economie di molti Paesi, mentre un documento mostra come l’agenzia dovrà prepararsi ad affrontare “enormi” conseguenze finanziarie che potrebbero mettere a rischio la sua esistenza. Prezzi del gasolio scesi del 17 per cento durante il primo trimestre del 2020 rispetto al trimestre precedente. La Bce ha acquistato 30,2 miliardi di euro di bond nei primi cinque giorni di vigenza del “PEPP”, il programma di acquisto titoli lanciato per sostenere l’economia durante l’emergenza CV-19. Secondo il report del chief economist di Unicredit, il PIL dell’Italia per il 2020 farà registrare un drammatico -15 per cento, per risalire del 9 per cento nel 2021. Nell’area euro, peggio solo Grecia (-18,6 per cento) e Spagna (-15,5 per cento); il PIL del mondo calerà del 6 per cento, per risalire dell’8,6 nel prossimo anno. Angela Merkel annuncia che in Germania verrà istituito a un programma “illimitato” per prestiti a piccole aziende. L’azienda automobilistica BMW riporta un calo di vendite del 21 per cento nel primo trimestre del 2020, e annuncia che chiuderà punti vendita e che ridurrà le linee di produzione. In linea con lo stesso trend, l’industria automobilistica del Regno Unito registra il suo peggior calo di vendite da vent’anni a questa parte. La Camera bassa del Brasile ha approvato un emendamento costituzionale che prevede la possibilità di istituire un “bilancio di guerra” che permetta di separare le spese previste in via ordinaria da quelle stanziate per combattere il coronavirus. Il voto sul provvedimento passerà al Senato per il definitivo via libera. Papa Francesco ha predisposto la costituzione di un fondo di emergenza presso le Pontificie Opere Missionarie con un assegno di partenza di 750 mila dollari. Bacardi annuncia che produrrà 70 mila litri di disinfettante per mani.

VARIE. Sono ormai più di 40 i laboratori da tutto il mondo partiti con la sperimentazione di un vaccino. Continuano le controversie legate all’idroclorochina, il farmaco antimalaria che in alcuni pazienti ha dato risultati promettenti, ma che potrebbe rivelarsi fatale in certe dosi o quando combinato con altre medicine. Alcuni esperimenti scientifici sembrano smentirne l’efficacia, e sembra che alla Casa Bianca ci siano stati forti scontri tra Trump (che ha promosso l’utilizzo del farmaco con entusiasmo nelle scorse settimane) e Anthony Fauci (il direttore dell’istituto Nazionale di Allergie e Malattie Infettive, che raccomanda prudenza). Metà delle riserve del farmaco negli USA arriva dall’India, che però ne ha vietato l’esportazione. Un nuovo studio di un laboratorio vietnamita annuncia di aver trovato almeno due tipologie diverse di coronavirus nel Paese, indice del fatto che il virus si è probabilmente evoluto rispetto al ceppo originario registrato a Wuhan. Secondo una nuova ricerca, le misure di quarantena potrebbero durare fino al 2022. Nel Regno Unito, i casi di violenza domestica sono aumentati del 25 per cento da quando è iniziata la pandemia. Una tigre malese dello zoo del Bronx a New York è risultata positiva al Coronavirus: si tratta apparentemente del primo animale CV-19 positive accertato negli Stati Uniti. Una nuova ricerca ha trovato che CV-19 si replica più facilmente nei gatti che nei cani. Secondo l’Associazione dei Veterinari canadese, chi sospetta di avere CV-19 deve evitare il contatto con i propri animali domestici almeno quanto il contratto con altre persone. USA: una donna insegna al suo cane a portare la spesa a un vicino con problemi di cuore. Il Signal Iduna Park, l’iconico stadio del Borussia Dortmund, il più grande della Germania, si è offerto di ospitare un ospedale da campo per i pazienti affetti da CV-19. Multa a un inglese che ha viaggiato quasi 400 chilometri per “comprare del pane” a Londra. La madre dell’allenatore Pep Guardiola è deceduta a 82 anni a causa del Coronavirus. Il Ny Times riporta la storia di una coppia che è rimasta bloccata in luna di miele in un resort a cinque stelle delle Maldive, dove i due sono rimasti gli unici clienti serviti da tutto il personale a disposizione. Annuncio da diversi dottori: quest’anno, la Pasqua dovrà considerarsi un affare virtuale, annuncio che – secondo l’opinione personale di uno degli autori di questo articolo (M.O.) – dovrebbe avere bene a mente chiunque speri di vedere le chiese piene a Pasqua, specialmente quando questo qualcuno ha una notevole influenza politica. Secondo alcune statistiche pubblicate una settimana fa, le misure in atto in Italia avrebbero già salvato la vita di 38 mila persone.

Food delivery
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia