La firma

Comune e Cassa Depositi e Prestiti insieme (un accordo che non si ferma alla Montelungo)

Il documento è stato siglato nella mattinata di venerdì 28 febbraio a Palazzo Frizzoni. Grazie all'intesa verranno attuate iniziative di rilancio economico, sviluppo sostenibile e potenziamento delle infrastrutture

Comune e Cassa Depositi e Prestiti insieme (un accordo che non si ferma alla Montelungo)
Bergamo, 28 Febbraio 2020 ore 15:59

di Federico Rota

«Senza il contributo di Cassa Depositi e Prestiti e la collaborazione con istituzioni strategiche per il territorio quali l’Università e la Guardia di Finanza, non sarebbe stato possibile concretizzare interventi di così grande rilevanza pubblica, capaci di proiettare la nostra città nel futuro». È raggiante il sindaco Giorgio Gori a margine della firma con Fabrizio Palermo, amministratore delegato di Cassa Depositi e Prestiti, del protocollo d’intesa tra il Comune e l’istituzione finanziaria per la promozione di iniziative di rilancio economico del territorio.

Grazie a questo documento, Cassa Depositi e Prestiti Investimenti SGR, Comune e Università hanno promosso, in primis, la creazione di un nuovo polo universitario all’interno delle ex caserme Montelungo e Colleoni (la proprietà di quest’ultima è di CDP). Motore di questo importante processo di rigenerazione urbana è stato l’aumento degli iscritti all’ateneo bergamasco, passati da 16mila a 24mila studenti, causando anche un aumento dei costi legati al progetto iniziale di riqualificazione del comparto. Per questa ragione, è stata decisa la creazione di un unico e nuovo comparto universitario che si sviluppa su entrambe le caserme, dove verranno realizzate nuove residenze per gli studenti, laboratori e aule didattiche. Un secondo polo universitario, dedicato alla facoltà di giurisprudenza, si insedierà con ogni probabilità già nel 2021 all’interno dell’ex Accademia della Guardia di Finanza, la quale si trasferirà invece negli ex Ospedali Riuniti. Dopo il passaggio del documento nelle scorse settimane nel Consiglio dell’Università e in Giunta, il consiglio di amministrazione dell’ente finanziario ha approvato lo schema dell’operazione, stabilendo di procedere ai necessari approfondimenti e confronti per arrivare alla sottoscrizione, unitamente a Regione Lombardia, di un nuovo atto integrativo all’accordo del 2016.

Alla presentazione del protocollo d’intesa sono intervenuti anchenil rettore dell’Università degli Studi di Bergamo Remo Morzenti Pellegrini, il comandante generale della Guardia di Finanza Giuseppe Zafarana, il sottocapo di stato maggiore del comando generale della Finanza Francesco Greco e il viceministro dell’economia e finanze Antonio Misiani, che ha annunciato tra oggi e domani un secondo decreto legge da parte del Governo con misure destinate al sostegno delle imprese dei territori colpiti dal Coronavirus. «Il percorso verso la nascita di due nuovi poli universitari, Montelungo-Colleoni che oggi entra nella fase operativa, e il polo giuridico nell’attuale sede dell’Accademia della Guardia di Finanza, rappresenta una fase storica – ha commentato il rettore Morzenti Pellegrini -. Il mio impegno è guidare nel presente un ateneo che cresce, innova e produce sapere, ma anche progettare un nuovo ateneo, piu’ grande ma soprattutto internazionale. E’ significativo essere qui oggi perché significa contribuire come Università ai fabbisogni di ricerca, sviluppo, innovazione, crescita, internazionalizzazione ed export del territorio».

2 foto Sfoglia la gallery

L’intesa prevede, tra l’altro, che CDP affianchi sia l’Amministrazione con attività di supporto finanziario per la realizzazione di iniziative di sviluppo urbano sostenibile e potenziamento del sistema infrastrutturale (è in programma la sostituzione di almeno la metà dei mezzi di Atb con veicoli elettrici), sia le imprese della Bergamasca in relazione ai loro fabbisogni di ricerca, innovazione, crescita e internazionalizzazione. Ciò anche a fronte delle difficoltà economiche cui andranno incontro le imprese a causa dei provvedimenti presi nel Nord Italia per evitare il diffondersi del numero di contagi da Coronavirus. «Le iniziative presentate oggi, ossia riqualificazione di aree abbandonate e realizzazione di strutture destinate allo student-housing, sono in linea con la strategia delineata un anno e mezzo fa nel nostro piano industriale – ha evidenziato l’amministratore delegato Francesco Palermo -. Inoltre cercheremo di sostenere le imprese locali, anche attraverso l’alleggerimento degli oneri dei finanziamenti alle aziende che sono state colpite da questa emergenza sanitaria».

«Il protocollo sottoscritto rafforza e allarga queste collaborazioni – ha concluso  Gori – promuovendo un più ampio sviluppo economico e sociale a favore sia dell’attività propria dell’Amministrazione comunale, sia a supporto di interventi infrastrutturali ed immobiliari decisi per il futuro dell’intero territorio».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia