Le buone prassi

Le linee guida anti Coronavirus che devono seguire tutti gli over 65

Le linee guida anti Coronavirus che devono seguire tutti gli over 65
Bergamo, 07 Marzo 2020 ore 12:13

In questi giorni di emergenza sanitaria le pagine dei giornali sono pressoché monopolizzate da notizie sul Coronavirus. Le autorità ci raccomandano di evitare luoghi affollati, limitare i contatti con le persone, lavarsi spesso le mani e non toccarsi occhi, naso e bocca. Le persone anziane sono quelle più esposte alla malattia. Tutti noi temiamo il contagio, ma in quanti conosciamo effettivamente questa l’infezione? Una risposta l’hanno fornita l’Ats e il Consiglio di Rappresentanza dei Sindaci di Bergamo, condividendo alcune linee guida riguardanti gli interventi a supporto di chi ha più di 65 anni d’età.

Conoscere il fenomeno è condizione indispensabile per difendersi meglio

Il nuovo Coronavirus (COVID 19) è un virus respiratorio che si diffonde principalmente attraverso il contatto con le goccioline del respiro delle persone infette, ad esempio quando starnutiscono o tossiscono o si soffiano il naso.

Come si manifesta il virus?

La malattia ha esordio con sintomatologia respiratoria (temperatura 37,5; mal di gola, naso che cola, difficoltà respiratoria e sintomatologia simil-influenzale/polmonite).

Buone prassi

Si richiamano alcune buone prassi in tema di prevenzione della diffusione del contagio, disponibili anche sul sito del ministero e sul sito dell’Oms (Organizzazione mondiale della sanità):

  1. Lavati spesso le mani con acqua e sapone o con gel a base alcolica.
  2. Evita il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute.
  3. Non toccarti occhi, naso e bocca con le mani.
  4. Evita abbracci e strette di mano.
  5. Mantieni nei contatti sociali una distanza di almeno un metro.
  6. Copri bocca e naso con fazzoletti monouso quando starnutisci o tossisci e subito dopo lavati le mani. Se non hai un fazzoletto usa la piega del gomito.
  7. Pulisci le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol.
  8. Evita l’uso promiscuo di bottiglie e bicchiere.
  9. Usa la mascherina solo se sospetti di essere malato o se assisti persone malate.
  10. I prodotti Made in China e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi.
  11. Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo Coronavirus tuttavia, dopo il contatto con gli animali, si raccomanda di lavare le mani con acqua e sapone o usando soluzioni alcoliche.
  12. Non prendere farmaci antivirali né antibiotici senza la prescrizione del medico.
  13. In caso di dubbi non recarti al pronto soccorso, chiama il tuo medico di famiglia e segui le sue indicazioni.

Ricordiamo nuovamente alle persone con più di 65 anni di evitare di uscire di casa in questi giorni per limitare il contagio. Qualora non si potesse contare sull’aiuto e il sostegno di familiari, amici o conoscenti è possibile contattare i numeri telefonici messi a disposizione dal proprio Comune di residenza.

«In questo particolare momento ci sembrava opportuno delineare indicazioni condivise ed univoche con la certezza che poi i Comuni, in collaborazione con le Associazioni del territorio, sapranno valorizzarle e concretizzarle – spiega Marcella Messina, presidente del Consiglio di Rappresentanza dei Sindaci – in gioco c’è una cosa non da poco, la coesione sociale delle nostre comunità e l’attenzione, non l’isolamento, verso le persone fragili».

«Con la condivisione e con la diffusione delle linee guida continuiamo nel rapporto di collaborazione con i sindaci della Bergamasca in questa emergenza sanitaria – conclude Massimo Giupponi, direttore generale di Ats Bergamo -. Siamo loro riconoscenti per la sinergia che attuano nei confronti dell’Agenzia di Tutela della Salute e per l’azione diretta sui propri concittadini in un momento in cui non sentirsi soli è particolarmente importante».

Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia