la protesta

Corteo "no green pass": aumentano le persone identificate. Domani presidio fisso

A differenza di quanto avvenuto sabato scorso (24 luglio), questa volta il sit-in sarà statico e gli organizzatori hanno chiesto l'autorizzazione in Questura

Corteo "no green pass": aumentano le persone identificate. Domani presidio fisso
Cronaca Bergamo, 30 Luglio 2021 ore 09:38

Dopo le prime quattro sanzioni da 400 euro, nei confronti di altrettanti individui tra i 25 e i 55 anni, aumenta il numero di persone identificate dalla Digos tra i partecipanti al corteo contro il green pass andato in scena sabato scorso (24 luglio).

La polizia avrebbe ricollegato a chi è sceso in piazza una dozzina di nominativi, ma è al lavoro per poter risalire a quante più identità possibili, visto che hanno occupato le strade di Bergamo circa 3 mila manifestanti.

Questi rischiano però, oltre alle sanzioni amministrative previste per aver violato le norme anti-Covid (i presidi sono consentiti solo in forma statica in questo momento), anche denunce penali visto che la manifestazione non era stata autorizzata.

No vax e persone contrarie al green pass scenderanno in piazza anche domani, sabato 31 luglio. L’appuntamento resta fissato di fronte alla Prefettura, in piazza Dante, ma questa volta gli organizzatori hanno informato la Questura e ottenuto il nulla osta.