Con lui tre amici che filmavano

De Roon e la partitella in Città Alta «Preparo un video per i social»

De Roon e la partitella in Città Alta «Preparo un video per i social»
Cronaca 11 Febbraio 2016 ore 08:00

Che Marten de Roon sia un bravo giocatore Bergamo ormai lo ha capito. Eppure, la semplicità e la schiettezza di questo ragazzo olandese sbucato dal nulla la scorsa estate non smette di stupire. In questi giorni Bergamo alta è stata “monopolizzata” dalle sue sortite: palla al piede, è stato fotografato mentre giocava a calcio con alcuni bambini in Piazza Vecchia, catalizzando lo sguardo interessato di molti passanti. La curiosità era tanta, sia tra chi ha visto il ragazzo palleggiare in piazza sia tra chi ha notato le foto che poi alcuni tifosi hanno pubblicato su Facebook. Ancor di più, incuriosiva negli scatti la presenza di alcuni amici dell’olandese, dotati di telecamera. Partitella in una location inusuale o video per la tv? È stato lo stesso Marten de Roon a svelare il tutto con Bergamopost: presto sui social network vedremo i risultati dei suoi match in centro città.

 

[Un’altra foto di de Roon in Città Alta comparsa su Facebook]

12654703_10207508515223819_5408553387631747205_n

 

La semplicità fatta persona. «Sono stato in Città Alta – confida de Roon – insieme a tre ragazzi olandesi: l’obiettivo è quello di realizzare un video per le mie pagine ufficiali su Facebook, Twitter e Instagram. Ci siamo intrattenuti un paio di giorni nella zona di Piazza Vecchia e dintorni, abbiamo fatto una serie di riprese e la prossima settimana dovremmo già avere qualcosa di bello da poter mostrare a tutti». Ok, ma il coinvolgimento dei bambini? «Stavo palleggiando con i miei amici, abbiamo notato che c’erano tre ragazzini con un pallone che giocavano poco distante e allora mi sono detto: perché non andiamo da loro e giochiamo tutti assieme? Detto fatto, dopo pochi minuti eravamo in mezzo alla Piazza a scambiarci il pallone insieme». Così la “trovata” social è diventa ancora più semplice e spontanea. La reazione di quei bambini, che nel giro di qualche istante si sono ritrovati a palleggiare con un campione di Serie A, è tutta da immaginare. «Erano tutti molto contenti. La loro felicità è stata subito anche la mia. Mi piacciono molto i piccoli, ho due figlie (Evie e Linn-Sophie) e mi piace giocare con loro. Quando vedo un bambino che sorride ed è contento, lo sono anche io».

 

Frosinone-Atalanta

 

Quella mela colpita da lontano. Scendendo un po’ nel dettaglio si scopre qualcosa in più del video che verrà prodotto. «Abbiamo provato a fare delle cose anche un po’ folli, c’è un addirittura un momento della clip in cui colpisco da lontano con il pallone una mela in testa ad un amico. Incredibile. E poi ci sono anche tante altre scene divertenti: sono sicuro che uscirà un bel lavoro, e appena pronto lo potranno vedere tutti i tifosi, sia in Italia che in Olanda». Curiosità a parte, il video rivela anche una verità: Marten de Roon ha trovato a Bergamo una vera casa. «Sono molto contento di essere qui e di giocare all’Atalanta. E anche la mia compagna è felice quanto me. Il rapporto con i tifosi è speciale, sento l’affetto ogni giorno e questo mi aiuta a giocare ancora meglio. È un aspetto che tengo sempre in grande considerazione, sentirmi amato e con tanta positività intorno mi rende ancora più felice».

La Nazionale e il suo italiano. Le ultime battute che de Roon ci regala – con un italiano sempre migliore – riguardano il modo in cui in Olanda seguono il suo andamento in campionato. «Sono sincero, su non si aspettavano che il mio rendimento potesse essere così positivo. Il campionato di Serie A è considerato molto difficile e tatticamente di grande livello. Vedono le mie prestazioni e mi dicono di continuare su questa strada». Anche perché Marten continua a sognare un’altra maglia oltre a quella della Dea: la divisa arancione della nazionale olandese «È un sogno e sarebbe un onore, non è affatto semplice perché ci sono tanti buoni giocatori. Non ci penso troppo, adesso la cosa più importante è vincere ancora con l’Atalanta. Sono concentrato su questo».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli