Menu
Cerca
Treviglio

Divieto d’accesso a chi ha precedenti penali: fa discutere il nuovo regolamento sul campo nomadi

Nuove regole, molto più stringenti per la struttura di via Calvenzano. Ma il nuovo regolamento è stato criticato dalle opposizioni

Divieto d’accesso a chi ha precedenti penali: fa discutere il nuovo regolamento sul campo nomadi
Cronaca 27 Dicembre 2020 ore 02:06

Divieto di accampamento per chi ha precedenti penali, foglio di via per chi ha guai con la giustizia e per le famiglie che non permettono ai ragazzi di frequentare le scuole. Nuove regole, molto più stringenti, sono state approvate dal Consiglio comunale di martedì sera per il campo nomadi di via Calvenzano a Treviglio. Ma il nuovo regolamento è stato pesantemente criticato dalle opposizioni consiliari.

Consiglio comunale in teleconferenza. Il nuovo regolamento dell’area attrezzata era all’ordine del giorno della seduta di martedì, l’ultima dell’anno. Con l’approvazione del regolamento, l’accesso al campo nomadi diventa più restrittivo. «E’ stato redatto di concerto con l’Avvocatura civica, la Polizia locale e i servizi sociali», ha premesso in apertura di dibattito il sindaco Juri Imeri. D’ora in poi l’ingresso verrà vietato a chi ha precedenti penali e chi verrà sottoposto a procedimenti giudiziari dovrà lasciare il posto con tutto il suo nucleo famigliare. Viene poi fissato un canone di permanenza e introdotte nuove regole anche sull’ospitalità e la mobilità, oltre che il rispetto dell’obbligo scolastico per i minori come vincolo per poter sostare nell’area.

“Un modo per smantellarlo” secondo le opposizioni. Per l’opposizione si tratta di un tentativo mascherato di smantellare la struttura. La maggioranza, dal canto suo, sostiene invece che, dopo oltre 20 anni, era necessario un aggiornamento del documento, ritenuto lacunoso in alcune parti.

Leggi di più sul Giornale di Treviglio in edicola oppure QUI sullo sfogliabile online