Il documento da compilare

E quattro: scaricate il nuovo modulo per l’autocertificazione e scoprite le novità

Data l'emanazione di un nuovo decreto, si è reso necessario anche un nuovo modello per giustificare gli spostamenti. Per chi viola le norme niente più sanzioni penali ma soltanto multe (salate)

E quattro: scaricate il nuovo modulo per l’autocertificazione e scoprite le novità
26 Marzo 2020 ore 20:21

E quattro. Neppure il tempo di abituarsi al nuovo modello di autocertificazione diffuso lunedì 23 marzo dopo la firma sull’ennesimo Dpcm di Conte del giorno prima, che giovedì 26 il Governo ha messo a disposizione dei cittadini un nuovo documento da compilare e mostrare alle autorità in caso di necessità di spostamento. La notizia ha, come da previsione, sollevato diverse polemiche, ma come ha spiegato il capo della Polizia Gabrielli, davanti alle nuove norme emanate dal Governo centrale è necessario “aggiornare” anche questo documento.

CLICCATE QUI PER SCARICARE IL NUOVO MODULO

Il nuovo modulo prevede, oltre alla dichiarazione di non essere sottoposti alla quarantena e di non essere positivo, anche quella di essere a conoscenza di eventuali provvedimenti adottati dai governi regionali su eventuali spostamenti nel territorio, anche fra diverse regioni. Questo perché i governatori potrebbero aver adottato misure diverse sui rispettivi territori.

Il nuovo modulo, inoltre, esplicita in modo chiaro tutta una serie di situazioni di necessità per cui è consentito lo spostamento, così da evitare diverse interpretazioni. Per esempio: tra gli stati di necessità sono compresi il rientro dall’estero, le denunce di reati, l’assistenza a congiunti o persone con disabilità. Cambiano infine anche le sanzioni: nessun richiamo al penale ma solo multe amministrative (salate).

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia