La frode

Sciacalli del Coronavirus: occhio alle truffe informatiche realizzate con mail false

Sciacalli del Coronavirus: occhio alle truffe informatiche realizzate con mail false
09 Marzo 2020 ore 14:58

In questi giorni difficili non soltanto bisogna prestare attenzione per difendersi dal Coronavirus, ma è necessario anche essere prudenti per difenderci dalle truffe online. Sfruttando la paura generalizzata causata dai casi di Covid-19, diversi malviventi stanno approfittando di questa vulnerabilità collettiva per colpire vittime ignare con attività di Phishing, scoperte e segnalate dalla Polizia postale e delle comunicazioni.

L’ultima, in ordine di tempo, riguarda una frode informatica che attraverso l’invio di email a firma di una tale dottoressa Penelope Marchetti, presunta esperta dell’Organizzazione mondiale della sanità in Italia, invitava i destinatari ad aprire un documento contenente presunte precauzioni per evitare il contagio. L’allegato dei messaggi, scritti con un linguaggio professionale e credibile, era però un malware della famiglia Ostap, nascosto in un archivio javascript, che ruba i dati sensibili delle persone, tra cui i dati personali, credenziali bancarie o altre di tipo riservato.

Alcune tipologie di virus utilizzate nel Phishing, infatti, consentono agli hacker di prendere il pieno controllo del computer o del telefono in modo assolutamente invisibile, utilizzandoli per spiare i comportamenti delle vittime o come computer “zombie” per effettuare successivi attacchi informatici verso altri dispositivi.

L’invito della Polizia è di diffidare da questa tipologia di messaggi, qualsiasi essa siano, evitando di aprire i documenti allegati alle email, ma soprattutto di segnalare eventuali tentativi di Phishing ai Commissariati.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia