Cronaca
la risposta

Emergenza furti a Colognola? Gandi: «Dai dati della Polizia locale non emerge»

Il vicesindaco e assessore alla sicurezza Sergio Gandi ha illustrato i dati relativi ai controlli nel quartiere in una risposta scritta a un’interpellanza presentata in Consiglio comunale

Emergenza furti a Colognola? Gandi: «Dai dati della Polizia locale non emerge»
Cronaca Bergamo, 23 Luglio 2020 ore 12:53

Emergenza furti a Colognola? «Dai dati 2019 e 2020 della Polizia locale non emerge». A scriverlo è il vicesindaco e assessore alla sicurezza Sergio Gandi nella risposta a un’interpellanza scritta presentata in Consiglio comunale, nella quale fa il punto sulla situazione del quartiere che, gli scorsi anni e nel periodo appena precedente alla quarantena, aveva registrato un incremento dei furti negli appartamenti.

«Nel quartiere sono state registrate, lungo tutto il 2019, cinque denunce per furto di targhe, documenti e pc, ma non in appartamenti – scrive Gandi -. Inoltre, a Colognola per tutto il 2019 e fino al 31 gennaio 2020 sono stati eseguiti servizi di pattugliamento e servizi di Sicurezza Urbana, in orari diversificati. In particolare, i pattugliamenti sono stati 92, per un totale di 954 ore; quelli di Sicurezza Urbana, invece, sono stati 71, per un totale di 110 ore».

I controlli, sospesi durante il lockdown, sono ripresi e proseguiranno in linea con quanto fatto in passato. «Per quanto riguarda gli esposti – conclude il vicesindaco -, nel 2020 sono stati 6 quelli registrati dal Comando di Polizia locale. Soltanto uno era inerente temi di sicurezza urbana, gli altri cinque riguardavano violazioni del Codice della Strada, pannelli pubblicitari abusivi, o l’abbandono di rifiuti. Nel 2019, invece, sono stati presentati 29».