Moto2, Gp di Olanda

L’acuto del Loca, l’Italtrans sorride Che sfortuna invece per Bastianini!

L’acuto del Loca, l’Italtrans sorride Che sfortuna invece per Bastianini!
01 Luglio 2019 ore 10:10

L’acuto del Loca, finalmente. Andrea Locatelli e l’Italtrans si prendono un sesto posto clamoroso, bellissimo, utilissimo, avvincente, da rinascita per questo pilotino che trascina tutta Bergamo. Eccolo lì il velociraptor di Selvino, il ragazzo dalle mille promesse; eccolo lì Locatelli che ad Assen, nel Gp d’Olanda, sulla pista tra le più belle dell’intero mondiale, di prende un 6° posto di assoluto livello. Un piazzamento che ripaga tutti gli sforzi dei mesi scorsi. «Sono contento – commenta lui -, abbiamo fatto una bella gara, dopo i problemi che avevamo avuto ci siamo presi una bella soddisfazione». A ridosso della zona che scotta, l’Italtrans si permette una gara piena di lusso.

 

 

Ma è stato un gp bellissimo e piano di energia. Lo ha vinto Augusto Fernandez, che si prende così il primo successo stagionale in Moto2. Il pilota spagnolo beneficia di un grandissimo regalo di Lorenzo Baldassarri, che a pochi giri dalla bandiera a scacchi stende il leader Alex Marquez mentre erano in lotta per il primo posto. Un disastro. I due cadono, e adesso per il Balda si fa durissima. Baldassarri è andato subito nel box di Marquez per scusarsi e gli animi si sono rilassati. Lo spagnolo gli ha fatto notare che se vuole vincere il Mondiale non deve fare queste cose. Per l’italiano però resta ancora vivo il sogno del titolo, così come per l’iberico. Gran terzo posto di Luca Marini, invece. Il pilota della VR46 Sky Racing Team si prende la scena. Negli occhi però resta la grande gara del Loca e dell’italtrans, che chiuse a +13.127 da Nashima (5°).

4 foto Sfoglia la gallery

Da segnalare poi la giornata no di Bastianini; l’altro pilota dell’Italtrans aveva fatto la solita gara da urlo, stava lottano con i primi per un posto nei dieci. La sua gara cambia a pochi giri dalla fine. Marquez rompe gli indugi quando ne mancano sei, passa Binder, che però non si arrende e torna primo il giro dopo. Poco dopo c’è un contatto disastroso tra Bastianini, Fernandez e Vierge. Tutti e tre finiscono a terra, mentre Luthi e Marini rimangono attardati. «Purtroppo è andata così – ha commentato il Bestia -, adesso dobbiamo subito rimetterci in sesto per pensare al prossimo gp». Il mondiale tornerà il 7 luglio con la Germania, altra pista super complicata. L’Italtrans però ha dimostrato di esserci, e c’è.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia