Cronaca
Si trova in carcere

Fuori dal carcere da sole 48 ore, aggredisce ragazzina e rapina una donna: arrestato 32enne di Paladina

I Carabinieri di Villa d’Almè lo hanno fermato lungo la ciclabile che da Ponteranica porta al santuario di Sombreno

Fuori dal carcere da sole 48 ore, aggredisce ragazzina e rapina una donna: arrestato 32enne di Paladina
Cronaca Paladina e Valbrembo, 12 Luglio 2022 ore 15:55

Era uscito dal carcere da sole 48 ore, ma questo non gli ha impedito di tornare a delinquere: così ieri (lunedì 11 luglio) un 32enne pregiudicato di Paladina, ex tatuatore, si è fatto arrestare un’altra volta dai Carabinieri di Villa d’Almè dopo che aveva tentato di derubare una ragazzina di 16 anni e sottratto il cellulare a una donna di 46, dandole anche uno schiaffo.

Il fatto è riportato da L'Eco di Bergamo: intorno alle 16,30 la 16enne è scesa dall’autobus che da Bergamo l’aveva portata ad Azzonica, frazione di Sorisole, l’uomo l’ha seguita nel parco pubblico lì vicino, poi l’ha afferrata alle spalle cercando di prenderle la borsa e con una mano le avrebbe toccato il seno. La giovane, però, è riuscita a liberarsi e si è rifugiata nel cortile di un vicino, così il rapinatore ha desistito dal suo intento e si è dato alla fuga lungo la pista ciclabile che porta a Petosino.

Più tardi, tuttavia, ha deciso di riprovarci a Ponteranica, all’ex bar Capolinea. La vittima prescelta stavolta è stata una donna di 46 anni, anche in questo caso appena scesa dal pullman e aggredita alle spalle: ne è nata una colluttazione durante la quale il 32enne l'ha colpita con uno schiaffo e si è fatto consegnare il cellulare.

Nel frattempo, dopo il primo episodio erano già state chiamate le forze dell’ordine: i Carabinieri lo hanno rintracciato quasi subito lungo la pista ciclabile che portava al santuario di Sombreno, mentre armeggiava con il telefonino rubato. I militari lo hanno arrestato per rapina, tentato furto con strappo e violenza sessuale su minore. Comparso davanti al magistrato nella mattinata di oggi, su richiesta della difesa il processo è stato rinviato al 31 agosto e nei confronti del malvivente è stato disposto il carcere.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter