Cronaca
Un colpo pesante

Furto al negozio di musica Daminelli di Bergamo: portati via 41 flauti dal valore di 400mila euro

I fatti nella notte del 21 agosto. Si pensa che il furto sia stato commissionato. Sui social un tam tam mondiale per ritrovare la refurtiva

Furto al negozio di musica Daminelli di Bergamo: portati via 41 flauti dal valore di 400mila euro
Cronaca Bergamo, 27 Agosto 2022 ore 10:51

Hanno agito nella notte, sono stati interrotti molto probabilmente dal sistema di allarme e dalle sirene delle forze dell’ordine, ma sono riusciti a fuggire, probabilmente sgattaiolando sui tetti, con un bottino decisamente importante.

Nella notte di domenica 21 agosto, dei ladri non ancora identificati hanno rotto una piccola finestra che dà sul retro del negozio di strumenti musicali Daminelli Pietro Srl in via Ghislandi e hanno portato a termine il loro colpo. Il furto è stato ben orchestrato e messo a punto con attenzione durante il periodo di ferie del negozio, chiuso dall’8 al 31 agosto.

Dopo aver sfondato il vetro di una finestrella sul retro, i ladri sono riusciti a intrufolarsi, segno evidente di corporatura minuta. La Scientifica della Questura è ora al lavoro per cercare di individuare chi possa aver realizzato materialmente il furto, ma anche eventuali complici o mandanti. La dinamica fa infatti pensare a un colpo eseguito su commissione.

I ladri sono riusciti a fare razzia di ben 41 flauti traverso per un valore complessivo che si può stimare intorno ai quattrocentomila euro. Gli strumenti hanno infatti un alto costo intrinseco, senza contare che tra i flauti rubati ce ne sono alcuni dal valore altissimo, come l’esemplare in platino appartenuto ad Andrea Bocelli e altri in oro massiccio. Un gran colpo, che per i ladri si potrebbe però rivelare un’arma a doppio taglio.

Gran parte degli strumenti presentano infatti un numero di matricola e rivenderli non sarà semplice, soprattutto su un mercato attento e pullulante di appassionati come quello della musica. In questi giorni, sono stati tanti i post diffusi da amici e musicisti che stanno cercando di aiutare Marcello Daminelli, proprietario del negozio, a rintracciare la merce. Il tam tam è arrivato in tutta Europa e anche oltreoceano. I post sono spesso scritti in più lingue e tutti sono accompagnati dall’immagine che riporta nome, modello e numero di matricola dei quarantuno flauti rubati.

La speranza per Marcello Daminelli, terza generazione dell’attività di famiglia aperta dal nonno Pietro, accordatore e riparatore di pianoforti, e proseguita con i genitori Paolo e Graziella, è di poter recuperare tutta la refurtiva al più presto.

Il prestigioso negozio di strumenti musicali non è l’unica attività commerciale finita nel mirino di ladri, che spesso si dimostrano particolarmente abili e capaci di sfuggire alle maglie delle forze dell’ordine, nonostante l'intervento tempestivo. Come ha raccontato Claudia Repetti del punto vendita Intimissimi di via Tiraboschi, anche i negozi del centro, e in questi casi in pieno giorno, sono spesso obiettivo di ladri capaci, agili e lesti come quelli intrufolatisi da Daminelli.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter