Cronaca
Brutta reazione

Gli viene negato il permesso di residenza, uomo aggredisce una vigilessa a Pradalunga

La vicenda è avvenuta lo scorso mercoledì, 25 maggio. L'uomo, un incensurato di origine senegalese, è stato arrestato e denunciato

Gli viene negato il permesso di residenza, uomo aggredisce una vigilessa a Pradalunga
Cronaca Val Seriana, 30 Maggio 2022 ore 12:56

Si finge un'altra persona per ottenere il permesso di residenza e aggredisce la vigilessa che gli ha negato l'ok alla pratica, prima verbalmente e poi fisicamente. È accaduto a Pradalunga lo scorso mercoledì 25 maggio, protagonisti un incensurato di origine senegalese e un'agente in servizio nel corpo di Polizia Locale che serve i Comuni di Gazzaniga, Villa di Serio, Nembro, Selvino, Casnigo e – appunto – Pradalunga, dove si era recata per verificare i necessari requisiti utili all'ottenimento della residenza.

Come riporta Bergamonews, quel pomeriggio attorno alle ore 17 la vigilessa di 49 anni si trovava in una zona già conosciuta alle forze dell'ordine, per svolgere il proprio lavoro di verifica. Dopo una mancata risposta al citofono dell'abitazione, l'agente era momentaneamente tornata in auto quando si è avvicinato un cittadino di origine senegalese che confermava di corrispondere alla persona oggetto di verifica.

Invitato a mostrare il proprio documento d'identità, all'agente in servizio è apparso subito evidente che la fotografia non corrispondesse alla persona. Ipotizzando che si trattasse di una richiesta di residenza fittizia, la vigilessa ha riportato a verbale la vicenda, negando il via libera alla pratica di residenza. L'uomo, quindi, avrebbe iniziato a dare in escandescenze prima attaccandosi alla portiera dell'auto, poi impedendole di metterla in moto, accusandola di razzismo.

Dopo aver minacciato di farsi investire, l'agente ha avvertito la centrale operativa che ha inviato sul posto una pattuglia, cercando nel frattempo di riprendere il tutto attraverso il proprio smartphone. Poi l'aggressione: l'uomo si sarebbe sporto all'interno dell'abitacolo, tentando di strappare il telefonino e colpendo la donna più volte – sia agli arti superiori che alla testa e al collo. La pattuglia inviata dalla centrale, giunta sul luogo, lo ha infinte arrestato.

La vigilessa è stata visitata al pronto soccorso di Alzano Lombardo. Sta bene, ma ha riportato traumi con prognosi di quindici giorni. I medici, seguendo il protocollo, hanno denunciato l'uomo per violenza di genere.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter