l'andamento settimanale

Contagi e ricoveri sotto controllo, in Bergamasca vaccinato più dell'86% dei cittadini

Nella nostra provincia, nel complesso, sono state somministrate 815.368 prime dosi e 687.903 richiami

Contagi e ricoveri sotto controllo, in Bergamasca vaccinato più dell'86% dei cittadini
Cronaca 04 Settembre 2021 ore 18:52

«Oltre l’85 per cento dei lombardi ha aderito alla campagna vaccinale. Il mio invito è quello di seguire l’esempio degli oltre 7,6 milioni di lombardi, tra i quali anche tanti giovani, che hanno già scelto di vaccinarsi. L’invito è rivolto in modo particolare a tutti i cittadini della categoria più a rischio: gli over60». A ribadirlo è stato il presidente Attilio Fontana, ricordando come i vaccini siano l’unico strumento a disposizione (misure restrittive a parte) per contenere la diffusione del Covid.

Un primo risultato del buon andamento della campagna vaccinale è il fatto che, anche per la prossima settimana, la Lombardia resterà in zona bianca. Le adesioni sono in aumento, complice anche l’estensione dell’obbligo del Green Pass, ma in vista della ripresa a pieno regime delle attività lavorative e scolastiche è necessario convincere anche gli ultimi indecisi.

In Bergamasca la percentuale della popolazione vaccinata con almeno una dose è pari all’86,12 per cento, un dato superiore alla media regionale: nel complesso sono state somministrate 815.368 prime dosi e 687.903 richiami. Per incentivare le vaccinazioni negli adolescenti, dai 12 ai 19 anni, da lunedì (6 settembre) l’accesso ai centri vaccinali potrà avvenire senza prenotazione.

La media giornaliera dei casi incidenti registrati nella nostra provincia, questa settimana, è pari a 40 nuovi positivi, mentre l’incidenza complessiva settimanale è di 25 contagi ogni 100 mila bergamaschi. Anche questa settimana si conferma la lenta crescita delle ospedalizzazioni. Fortunatamente però l’impatto sulle strutture ospedaliere dei nuovi malati Covid resta contenuto.

Nel complesso, su scala regionale, venerdì 27 agosto i pazienti in terapia intensiva erano 44 e quelli ricoverati nei reparti ordinari 333. In una settimana i malati Covid nei reparti di area critica sono diventati 57, quindi 13 in più, mentre quelli ricoverati nei reparti ordinari nel complesso sono 352, ossia 19 in più.