Cronaca
la segnalazione sui social

Incendio nella zona industriale di Bagnatica: colonna di fumo visibile da chilometri

Le fiamme si sarebbero sviluppate in un'azienda di via Kennedy. Non risultano esserci feriti

Incendio nella zona industriale di Bagnatica: colonna di fumo visibile da chilometri
Cronaca 25 Maggio 2021 ore 16:53

Una colonna di fumo nero si è sollevata oggi pomeriggio, martedì 25 maggio, intorno alle 16, a causa di un incendio scoppiato nella zona industriale di Bagnatica. Le fiamme, secondo le prime informazioni raccolte, si sarebbero sviluppate in un deposito di materiali all'esterno di un’azienda nelle vicinanze di via Fratelli Kennedy.

46555b6f-c264-4e0a-8df4-0e452635b858
Foto 1 di 8
191251453_4980738151942360_4861653125930483444_n
Foto 2 di 8
191443686_10219255561887638_4543294506139287121_n
Foto 3 di 8
190108144_10219255558287548_8001470685118153928_n
Foto 4 di 8
191085396_10219255555607481_2618081453635750692_n
Foto 5 di 8
191665364_10219255556887513_458708365255066736_n
Foto 6 di 8
190046813_10219255556807511_3095880601951646271_n
Foto 7 di 8
190826134_10219255589568330_6571429104474270447_n
Foto 8 di 8

A bruciare sono stati circa 700 metri quadrati, oltre a plastica e materiale ferroso. La violenza dell’incendio ha sviluppato una spessa coltre di fumo, che è risultata visibile anche a diversi chilometri di distanza: ad esempio dagli abitanti di Costa di Mezzate o Chiuduno, oppure dagli automobilisti in transito sulla circonvallazione nelle vicinanze del Cassinone di Seriate (frazione poco distante da Bagnatica).

59899
Foto 1 di 9
36641
Foto 2 di 9
30121
Foto 3 di 9
6364
Foto 4 di 9
45887
Foto 5 di 9
53605
Foto 6 di 9
15158
Foto 7 di 9
78747
Foto 8 di 9
65019
Foto 9 di 9

Sui gruppi di Facebook si stanno susseguendo in questi minuti diverse segnalazioni utenti che stanno pubblicando fotografie e video del rogo. Sul posto, per contenere e domare le fiamme, sono intervenute le squadre dei vigili del fuoco di Bergamo e Dalmine, che rendono noto come, fortunatamente, non ci sia alcun ferito.

Seguici sui nostri canali