Cronaca
In Franciacorta

«Io, positiva al Covid e al settimo mese di gravidanza»: la testimonianza di una giovane

La ragazza in questo momento si trova in quarantena: date le buone condizioni di salute, nonostante il coronavirus, non le è stata data alcuna terapia

«Io, positiva al Covid e al settimo mese di gravidanza»: la testimonianza di una giovane
Cronaca 14 Aprile 2020 ore 09:00

I.M. ha 31 anni e sta aspettando il suo primo figlio: è al 7° mese di gravidanza e il 27 marzo è stata sottoposta al tampone, risultato positivo, dopo giorni in cui presentava alcuni dei comuni sintomi del virus, tra cui tosse secca e febbre. Comincia così la storia di una giovane franciacortina che, nonostante si fossero alcuni dei segnali tipici, non avrebbe mai pensato di aver contratto il coronavirus. Ne parla PrimaBrescia.

D’urgenza in ospedale. «Dopo qualche giorno in cui avvertivo una tosse fastidiosa, che ‘premeva’ anche sulla pancia ho deciso di contattare la ginecologa per chiederle un consiglio su uno sciroppo – ha spiegato la ragazza – Mi ha mandato d’urgenza al Pronto soccorso ostetrico ginecologico del Civile, dove sono stata subito isolata non appena ho comunicato il motivo per cui ero lì».

L’isolamento. A questo punto I.M. è stata visitata e il bambino monitorato. Dopo gli esami del sangue, è arrivato anche il momento del tampone. Dopo 7 ore il risultato: la ragazza era positiva. «La preoccupazione c’è stata, soprattutto per il piccolo, ma le ostetriche mi hanno subito rassicurata – ha sottolineato la donna – Lui stava benissimo e non avrebbe corso alcun pericolo». Per lei nessuna terapia, né in ospedale né a casa: è stata subito dimessa, ma senza alcuna cura a cui doversi sottoporre. «Fortunatamente ho contratto in forma leggera – ha spiegato la 31enne – Prima di uscire i medici mi hanno consegnato il protocollo da seguire per le settimane successive in cui, ovviamente, si raccomandava l’isolamento».

Ipotesi sulla contrazione del virus? «Non saprei dove potrei averlo preso – ha rivelato – Nell’ultimo mese ero uscita solo per l’ultima visita ginecologica e gli esami di routine». Per archiviare definitivamente questa faccenda la gestante dovrà aspettare ancora qualche giorno quando, alla scadenza del periodo di quarantena, dovrà effettuare i 2 tamponi di controllo.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter