traguardo

La cartoleria Campus di Osio Sotto festeggia trent’anni. Tutta la passione di Rosangela

Boschini: «Fin da piccola amavo giocare a vendere. Ho visto dei ragazzi quando erano alle elementari e ora vedo i loro figli. Il negozio l’ho cresciuto con tanto amore, passione e spirito di sacrificio»

La cartoleria Campus di Osio Sotto festeggia trent’anni. Tutta la passione di Rosangela
Osio Sotto e Osio Sopra, 28 Gennaio 2020 ore 07:00

di Marta Belotti

«Mia mamma mi raccontava che qui c’era un fruttivendolo, ma io non lo ricordo. Prima che arrivasse la mia cartoleria questa era una casa abbandonata». Rosangela Boschini ritorna con affetto a quei giorni di trent’anni fa, quando il progetto della cartoleria Campus stava per prendere forma. «Il compleanno preciso è il 2 luglio, ma non so ancora se ci sarà l’occasione di fare una festa. Nel frattempo, abbiamo iniziato con degli sconti» precisa Rosangela, per poi continuare nel racconto: «Non vengo da una famiglia di commercianti, ma parlando con amiche e parenti ho scoperto che fin da quando ero piccola amavo giocare a vendere. Ho studiato ragioneria e ho lavorato in ufficio, ero addetta alla vendita e spesso venivo mandata alle fiere. Quando si è presentata l’occasione, mi sono buttata a pieno nel progetto tutto mio della cartoleria. È stato un passo azzardato, ma l’ho fatto con convinzione e determinazione. Inoltre, ho sempre potuto contare sull’aiuto di mio marito Gianmario. Da quel giorno di 30 anni fa non mi ha più fermato nessuno. Ne sono passati di anni e, anche se le rughe ormai si vedono, qualche volta mi sembra ancora ieri».

La passione di Rosangela emerge dalla sua vetrina sempre aggiornata, dagli scaffali sempre ricchi e dalla prontezza nel darti quello di cui hai bisogno. «Qui puoi trovare quasi tutto. Sottolineo il quasi perché, per quanto mi impegni a non far mancare nulla, spesso arriva qualcuno che cerca proprio quella cosa che in quel momento non ho. Tuttavia, mi muovo subito in modo tale che il cliente possa essere soddisfatto già il giorno successivo». Sbirciando fra le mensole, sembra difficile scovare qualcosa che manchi. Non solo cartoleria e materiale per l’ufficio, ma anche tanti articoli regalo. «Questo negozio l’ho cresciuto io, l’ho coccolato e viziato da sempre, con tanto amore, passione e spirito di sacrificio per il lavoro. In questi 30 anni il commercio è cambiato, come si sa, si vede e sicuramente si sente. Più delle grandi distribuzioni, che ormai esistono da anni, è Amazon a farci maggiore concorrenza. Tuttavia, io credo che, per quanto l’online possa essere comodo e rapido, la possibilità di venire in negozio, vedere e toccare i prodotti, sia impareggiabile. Inoltre, qui ci sono io che offro consigli, spiego e cerco di guidare il cliente nella scelta».

Continua a leggere a pagina 48 di PrimaBergamo in edicola fino al 30 gennaio, oppure in edizione digitale QUI.

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve