Finti sanitari in azione

La criminalità ai tempi del Covid: attenzione alle truffe agli anziani

Usano la scusa di dover eseguire il tampone

La criminalità ai tempi del Covid: attenzione alle truffe agli anziani
07 Maggio 2020 ore 09:00

Truffe verso gli anziani. È questa la nuova forma di criminalità ai tempi del Covid-19 che sta prendendo piede in tutta Italia. Sebbene l’Osservatorio nazionale sulla criminalità del Ministero dell’Interno dichiari un netto calo di reati, anche del 75%, la criminalità si è adattata alla nuova realtà contingente.

Molti malfattori, spacciandosi per falsi operatori dell’Asl, hanno tentato di contattare diverse persone anziane con la scusa di dover eseguire il tampone per verificare la presenza del Covid. In altri casi, in modo più subdolo e sfruttando il bisogno di sicurezza degli anziani, alcuni truffatori, spacciandosi per infermieri o tecnici sanitari, hanno fatto ingresso nelle abitazioni degli anziani derubandoli di preziosi e denaro con la scusa di dover sanificare locali e soldi.

Nonostante nel territorio di Bergamo non si sia verificato alcun caso analogo, è necessario comunque prestare molta attenzione. Se qualsiasi cittadino dovesse essere contattato da presunti operatori sanitari, medici ed infermieri, senza che il loro intervento sia stato richiesto, si raccomanda di chiamare subito il 112.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia